fbpx
Connect with us

Abruzzo

Chieti: Di Primio si dimette per correre alle regionali, ma insiste per essere candidato a presidente

Pubblicato

il

CHIETI- «Il centrodestra abruzzese in questo momento può contare su candidati di qualità e ciò mi induce ad essere fiducioso su una riconquista della Regione ma, allo stesso tempo, preciso che, qualora non fossi io il candidato al ruolo di presidente continuerò ad occuparmi della mia città come sindaco; non sarei disponibile, infatti, a concorrere per la carica di consigliere regionale, seppur più comodo e maggiormente remunerativo, perché non è il carrierismo politico che mi interessa ma il bene della nostra regione». Così il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di primo cittadino per concorrere, in qualità di candidato del centrodestra, alla carica di presidente della Regione Abruzzo alle prossime elezioni.
Secondo il sindaco quello di governatore «è un incarico che sento di poter assolvere nel migliore dei modi, in quanto certo di poter unire tutte le espressioni del centrodestra. La candidatura è stata offerta soprattutto sulla scorta della mia esperienza di amministratore, avendo in questi anni affrontato tutti i giorni, con mano, i problemi della gente, alla quale vanno date risposte e non promesse, e mettendo a disposizione il lavoro e le relazioni istituzionali e personali costruite a Roma quale vicepresidente Anci e componente delle Conferenze Stato-città e unificata.
La coalizione di centrodestra avrà ora ora 20 giorni di tempo per prendere una decisione «e io altrettanti», riprende Di Primio, «per ritirare le dimissioni. In questo periodo non ci sarà alcuna compressione delle potestà che sono rimesse in capo al sindaco e la giunta continuerà ad operare con pienezza di poteri». Per quanto concerne il programma elettorale, ha spiegato il sindaco, «ho studiato insieme ad alcuni professionisti e rappresentanti delle istituzioni i problemi che vengono avvertiti con maggior forza in Abruzzo: su questi costruiremo il programma di governo per il futuro della regione. Si partirà da un welfare in grado di contenere politiche per l’occupazione e il sostegno alle imprese abruzzesi: l’Abruzzo non può continuare ad essere una terra di addii ma un territorio di nuovi investimenti. Si proseguirà con una politica sanitaria che, tenendo a bada i bilanci economici, allo stesso tempo garantisca servizi, soprattutto in alcuni territori. La mia idea è che un ospedale e forse anche più di uno possano ritornare a funzionare. C’è poi il tema che tutti conoscono e vorremmo più valorizzato che è quello dell’Abruzzo dei parchi, della montagna, del mare, il riequilibrio tra aree interne e zone costiere, il dissesto idrogeologico; la risoluzione dei problemi riguardanti le città colpite dal terremoto, L’Aquila e l’area teramana, recuperando il tempo perso; la modernizzazione del territorio soprattutto dal punto di vista infrastrutturale, dalle strade al digitale; maggior attenzione alla macroregione Adriatico-Ionica, il Corridoio 5, l’interporto di Manoppello».
«Nel frattempo», ha concluso Di Primio, «continuerò a lavorare alacremente per Chieti e i suoi cittadini, soprattutto per far fronte e rispondere alle assurde azioni mortificatrici e penalizzanti del governo nazionale, come il tentativo di eliminare i finanziamenti del decreto periferie, o di quello regionale, mancati finanziamenti per emergenze, mancata erogazione fondi teatro. Farò come sempre la mia parte e la farò fino alla fine, agirò come se tutto debba farsi entro i prossimi 20 giorni, continuerò a pensare e programmare avendo in mente quale obiettivo il 2020».

Teramo

Teramo: maltrattava lex moglie, denunciato 59enne

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

TERAMO – Un 59enne, residente a Pineto, è stato denunciato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Da quanto si apprende pare che l’uomo maltrattasse la sua ex moglie di 50 anni che aveva presentato denuncia nei confronti dell’ex coniuge presso la Stazione Carabinieri di Pineto. Nel trasmettere la denuncia, avevano anche chiesto un provvedimento di tutela per la persona offesa e dunque è stata data esecuzione all’ordinanza di misura cautelare personale del divieto di avvicinamento emesso dal Gip di Teramo.  

Continua a leggere

Teramo

Tortoreto: rubano le bici a 16enni, tre 20enne denunciati

Pubblicato

il

TORTORETO – Prosegue senza soluzione di continuità l’impegno dei Carabinieri della
Compagnia di Alba Adriatica
per garantire la sicurezza di residenti e turisti nella stagione
stiva.

Erano circa le 2.30 del 31 luglio quando tre ragazzi sedicenni, tutti teramani in
vacanza a Tortoreto, dopo aver trascorso la serata presso un noto “chalet” della zona,
stavano facendo rientro al residence dove alloggiano, percorrendo la pista ciclabile sul
lungomare della Sirena a bordo delle loro biciclette.

Ad un tratto i tre ragazzi sono stati però bloccati da tre ventenni i quali, dopo aver
minacciato di picchiarli, gli hanno sottratto le biciclette dandosi poi alla fuga a bordo delle
stesse. I tre sedicenni, sebbene ancora terrorizzati per quanto accaduto, hanno tuttavia contattato
subito il “112” ed hanno chiesto aiuto ai Carabinieri.

Da quel momento ha avuto inizio una tempestiva ed intensa attività investigativa da parte
dei Carabinieri della Stazione di Tortoreto che, dopo aver raccolto la denuncia delle vittime
ed acquisito una sommaria descrizione degli autori della rapina, hanno vagliato con
attenzione le immagini di videosorveglianza pubbliche e private presenti sul lungomare.

Acquisita la fisionomia dei rapinatori sono quindi iniziate incessanti le loro ricerche fino a
che, nella mattinata odierna, i tre sono stati notati da una pattuglia mentre sostavano davanti
ad un bar di Tortoreto, non distante dal luogo dove era stata perpetrata la rapina.

I tre, tutti ventenni di origini pugliesi, anche loro in vacanza a Tortoreto, sono stati quindi
bloccati ed identificati. Poco dopo le biciclette oggetto della rapina sono state recuperate dai
Carabinieri nel cortile dell’albergo dove i tre alloggiavano. Le biciclette sono state quindi
restituite ai tre sedicenni che, ancora increduli, alla presenza dei loro genitori, hanno
ringraziato i Carabinieri per il loro operato.

Al termine delle operazioni i tre rapinatori sono stati deferiti alla procura di Teramo.

Continua a leggere

Teramo

L’Abruzzo brucia, intervento dei pompieri nel teramano

Pubblicato

il

TERAMO – Brucia l’Abruzzo. Nella giornata di ieri, domenica 1 agosto, i Vigili del Fuoco sono intervenuti in varie zone del teramano per incendi che si sarebbero sviluppati interessando boschi e sterpaglie. Il primo ha interessato la zona compresa tra il campo sportivo di Fontanelle di Atri. A Mosciano Sant’Angelo, le fiamme hanno minacciato alcuni fabbricati e la linea ferroviaria Teramo-Giulianova. A Alta Villa, nel Comune di Montorio al Vomano, l’incendio di un bosco ha reso necessaria l’evacuazione di 60 persone. Le fiamme hanno interessato anche distese di strepaglie a Sant’Omero, nelle frazioni di Sardinara e Villa Ripa di Teramo e sulla Bonifica del Salinello.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy