fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Ascoli e San Benedetto sempre più connessi grazie ad un progetto che viaggia a 10 Gigabit al secondo

Published

on

ASCOLI PICENO – 45 chilometri di rete in fibra ottica per far comunicare Ascoli e San Benedetto a 10 Gigabit (Gbs) al secondo.

È questo l’ambizioso progetto portato avanti congiuntamente dalle Amministrazioni Comunali di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto che ha visto la luce mercoledì 16 gennaio, quando una linea dedicata e all’avanguardia ha finalmente collegato i data server dei due Comuni.

Si tratta – dichiara un comunicato del Comune di Ascoli Piceno – di un’opera senza precedenti nel sud delle Marche, prevista nel protocollo d’intesa siglato dalle due Amministrazioni e portata a termine nel giro di due anni, grazie alla quale i due Comuni più importanti entrano a far parte del sistema autonomo SBTAP-AS59715, diventando a tutti gli effetti parte di Internet anziché esserne dei semplici fruitori.

Guido Castelli

‘Oltre a consentire la comunicazione e la condivisione di dati in tempo reale, – ha sottolineato Guido Castelli la rete in fibra ottica permetterà di razionalizzare le risorse informatiche a disposizione dei due Comuni e di recuperare i dati in caso di perdita dovuta a violazioni di sicurezza e calamità naturali’. Grande soddisfazione espressa anche da parte del Responsabile dei Sistemi Informativi del Comune di Ascoli Piceno Massimo Carloni, del sistemista Mauro Angiolillo e del Responsabile del Servizio Infrastrutture Digitali del Comune di San Benedetto del Tronto Antonio Prado, che con la realizzazione di un progetto di così ampia portata confermano la bontà del lavoro svolto quotidianamente per offrire un servizio sempre aggiornato e performante ai dipendenti comunali e più in generale all’intera cittadinanza.

Dopo la centrale unica di committenza, un altro virtuoso esempio di cooperazione tra due Amministrazioni Comunali che ancora una volta, in linea con le direttive del legislatore, dimostrano di saper operare in modo sinergico in un periodo storico in cui i continui tagli al budget a disposizione dei Comuni impongono di elaborare nuove strategie di collaborazione per il bene della comunità.

Ascoli Piceno

Torna il tour della salute: prima tappa a San Benedetto del Tronto

Riparte la campagna di screening contro le malattie cardio-metaboliche croniche:12 le città italiane toccate. Prima tappa a San Benedetto del Tronto

Published

on

Torna il Tour della Salute, prima tappa a San Benedetto del Tronto

Oltre 20 weekend di screening gratuiti da Giugno a Novembre per prevenire l’insorgenza di malattie croniche. Con questo obiettivo torna per il 2022 il Tour della Salute, un percorso che toccherà quest’anno 12 piazza italiane, da San Benedetto del Tronto a a Verona, passando Termoli, Torino, Bergamo, Pescara, Monopoli, Perugia, Ferrara, Matera, Napoli e Latina.

Il ritorno del celebre “Giro d’Italia della Salute” si carica quest’anno di un significato ulteriore: la pandemia ha infatti determinato una drastica riduzione, certificata da tutti gli indicatori ufficiali, delle attività diagnostiche e terapeutiche non soltanto di tumori ma anche di importanti patologie croniche, potenzialmente invalidanti.

Alla difficile accessibilità dei pazienti in ambulatori e ospedali si è unito l’isolamento e l’aumento di inattività fisica. Il Tour della Salute che parte a San Benedetto del Tronto ambisce dunque a segnare un cambio di rotta, nel segno della ripresa delle attività di diagnosi precoce e prevenzione di malattie come l’ipertensione o il diabete.

Per far questo in ogni piazza sarà posizionato un Truck Hospitality, dotato di 5 ambulatori, all’interno dei quali sarà possibile sottoporsi a esami quali la misurazione della glicemia, della pressione arteriosa e dell’udito. Medici specialisti appartenenti alla Sid (società italiana di diabetologia) e alla Siprec (società italiana per la prevenzione di malattie cardiovascolari) saranno a disposizione per fornire consulti e informazioni sulla prevenzione e gestione delle malattie cardio-metaboliche.

Altra novità indotta dalla pandemia sarà la presenza, in ogni piazza, di uno sportello di ascolto psicologico, con l’obiettivo di rispondere al crescente numero di disturbi registrati nella fase pandemica e post pandemica.

«Dopo due anni di pandemia, ha detto il presidente del comitato scientifico del Tour della Salute Giuliano Lombardi, e il brusco stop ai molteplici aspetti della prevenzione, finalmente il tour torna in campo per fornire risposte concrete alle esigenze della popolazione». «Sensibilizzare le persone al tema della prevenzione, che è un valore da trasmettere con tutte le energie, ha quindi aggiunto Salvatore Butti, General Manager di Eg Stada Group, è il nostro più grande obiettivo».

Continue Reading

Ascoli Piceno

I pescatori di San Benedetto protestano contro il caro gasolio: bloccati i tir diretti al mercato ittico

Notte di proteste dei portuali, che restano a terra contro il caro gasolio. Presidio per impedire il commercio di pesce proveniente da altri porti

Published

on

porto San Benedetto del Tronto
Foto tratta da Wikimedia (Luigi936)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue la protesta dei pescatori contro il caro gasolio. Nella notte, i marittimi hanno allestito un presidio per bloccare l’accesso ai tir in entrata. Lo scopo era impedire che portassero al mercato ittico pesce proveniente da Croazia o da altri porti italiani, mentre le imbarcazioni sambenedettesi rimangono ormeggiate.

I marittimi protestano contro l’aumento dei prezzi del gasolio, che ha raggiunte cifre pazzesche, praticamente raddoppiate rispetto ad un anno fa. Oltre al prezzo del carburante sono tanti i rincari con cui deve fare i conti il comparto, che sta attraversando un momento di profonda crisi. «Non è solo il prezzo del gasolio – spiega un pescatore – è un problema più generale. Quando i rincari colpiscono tutti, i più esposti sono i produttori. Noi abbiamo costi fissi sempre più alti, mentre il prezzo del pescato oscilla. I costi, anche burocratici, oramai sono insostenibili e il margine è sempre più stretto. Questo quando va tutto bene, figuriamoci se capita un’avaria o se la pesca non dà i suoi frutti. In tutto questo – conclude il marittimo – il gasolio è arrivato ad 1,20 euro al litro, all’incirca. L’anno scorso, quando i prezzi erano già aumentati, lo pagavamo 60 centesimi».

La notte di proteste di ieri sera, arriva dopo gli attimi di tensione che si sono registrati sempre al porto nella notte a cavallo tra domenica e lunedì. Alcuni portuali di Pescara , Chieti e altre località costiere sono arrivate a San Benedetto per convincere i pescatori locali ad aderire allo sciopero. Durante la discussione gli animi si sono brevemente accesi ed è volata qualche parola di troppo. Tuttavia, i pescatori hanno trovato un’intesa ed anche San Benedetto si è unita alla protesta contro il caro gasolio.

Ieri notte dunque, il blocco agli accessi del porto, per impedire ai tir di scaricare pesce proveniente dalle marinerie in cui si continua a pescare, mentre le imbarcazioni sambenedettesi rimangono ormeggiate. La polizia ha monitorato la situazione, ma non si registra nessuno scontro o incidente.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Orso immortalato mentre scorrazza in galleria tra Arquata del Tronto e Norcia

Published

on

un orso in galleria tra Arquata del Tronto e Norcia

ASCOLI PICENO – Si vede che doveva raggiungere l’Umbria urgentemente e ha pensato che tagliando dalla galleria di Forca Canapine avrebbe risparmiato tempo, l’orso immortalato ieri al confine tra Arquata del Tronto e Norcia. Sulla pagina Facebook “Amanti dei Monti Sibillini Marche” il video che ritrae la corsa dell’animale ha scatenato tantissime reazioni.

L’animale, nel video appare spaesato ed affaticato mentre percorre la galleria. Si ferma giusto un attimo a guardarsi alle spalle, con un’aria quasi interrogativa nei confronti del veicolo che lo insegue, per poi riprendere la sua corsa. In quel momento la galleria era chiusa, a causa di alcuni lavori di manutenzione, come sottolineato da chi ha pubblicato le immagini che specifica di non essere l’autore del filmato.

Probabilmente la persona alla guida del veicolo che ha ripreso l’animalesca invasione di carreggiata, è uno dei tecnici addetti ai lavori. Ha proseguito la sua marcia tenendosi a debita distanza dall’orso che correva in galleria, con l’intento di scortarlo verso l’uscita.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.