fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Samb-Rimini: 80 anni di sfide

Luigi Tommolini

Published

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventuno incontri ufficiali tra Samb e Rimini in casa rossoblu, 18 in Campionato (4 in serie B, 11 in C, 2 in C2 e uno in D), 2 in Coppa Italia, uno nei PlayOff di serie C2. Tredici al “Fratelli Ballarìn”, sette al “Riviera delle Palme” e uno sul campo neutro di Senigallia.

Dodici sono le vittorie rossoblù (due in Coppa) e nove i pareggi (uno nei PlayOff di C2). Nessuna vittoria del Rimini.

Curiosità: in tutte e 10 le vittorie rossoblu di Campionato i romagnoli non hanno mai segnato una rete.

Il primo incontro a San Benedetto del Tronto si gioca 80 anni fa in serie C, il 1° ottobre 1939, 1-0 per la Samb di mister Antonio Moretti e patròn Brancadoro.

Supremazia rossoblù nei primi sette scontri con sei vittorie e un pareggio,   1-1, il 13 aprile 1969: al 9° minuto il biancorosso Silvio Rosa (primo gol in assoluto del Rimini in casa Samb) firma il momentaneo 1-0. Cinque minuti più tardi il rossoblu Alberto Mari pareggia i conti.

La stagione seguente, l’11 gennaio 1970, c’è la vittoria più larga della Samb,   4-0. Il poker è calato tutto nella ripresa: apre Andrea Orlandini su calcio di rigore al 5°, doppietta di Giovanni Urban al 12° e al 23°, chiude Giovanni Carnevali al 90°.

Dal 1972/73 al 1978/79 ci sono cinque scontri e terminano tutti in parità: i primi due in serie C, gli altri tre in serie B.

Il 22 ottobre 1972 il gol di “faina”-Maurizio Simonato (poi pareggiato al 91° da Renzo Rossi su rigore) non serve a salvare la panchina a Piero Persico: al suo posto arriverà Marino Bergamasco. Inizia l’epopea della “SamBergamasco”!!!

22 ottobre 1972. Samb-Rimini 1-1. L’ultima Samb di Piero Persico poi…inizierà l’epopea della “SamBergamasco”

Il 5 giugno 1977 è memorabile il gol del momentaneo vantaggio di “bomber” Francesco Chimenti sotto la Gradinata Sud del “Ballarin”: il suo tiro potente, preciso e millimetrico sorprende Franco Tancredi, futuro portiere della Roma e della Nazionale Italiana.

L’11 giugno 1978, invece, l’incontro si gioca sul campo neutro di Senigallia per la squalifica del “Ballarin” a causa delle “intemperanze” dei tifosi rossoblu ai danni dell’arbitro Paolo Bergamo di Livorno dopo l’incontro casalingo contro la Sampdoria: la “SamBergamasco” passa in vantaggio con Francesco Chimenti a metà del primo tempo. E’ Bartolomeo Di Michele a pareggiare al 10° della ripresa per i romagnoli di Osvaldo Bagnoli.

E’ parità 1-1 anche quattro mesi più tardi, il 15 ottobre 1978: alla mezzora sblocca il risultato la Samb di Nicola Tribuiani con Pierluigi Giani che di testa su angolo di Arcangelo Sciannimanico batte l’eterno secondo di Zoff, Massimo Piloni. Il pareggio è firmato al quarto d’ora della ripresa da Adriano Tedoldi (detto Fedayyin): è questa l’ultima rete segnata dal Rimini in Casa Samb in Campionato.

Stadio “Fratelli Ballarin”. 15 ottobre 1978. Samb-Rimini 1-1. Gemellaggio Samb Rimini

Le compagini si ritrovano sempre in “cadetteria” tre anni più tardi il 25 ottobre 1981 nell’ultimo scontro in serie B e nell’ultimo giocato al “Ballarin”. La neopromossa Samb di Nedo Sonetti stravince 3-0: doppietta di Franco Caccia nel primo tempo e gol di Marco Rossinelli alla mezzora della ripresa. La Samb vola al secondo posto in classifica, due punti dietro al Varese.

25 ottobre 1981. Samb-Rimini 3-0. Il gol dell’1-0 firmato da Franco Caccia

Il primo scontro in Campionato al “Riviera delle Palme” è datato 25 novembre 1990, serie C2. I rossoblu di Giorgio Rumignani pareggiano 0-0 in una gara movimentata: tre espulsioni più un rigore per il Rimini, concesso al 4° minuto da Luigi Repace di Perugia, tirato da Daniele Tani e parato da Fabrizio Pisano. Nella ripresa in un quarto d’ora (dal 15° al 30°) l’arbitro umbro alza il cartellino rosso per ben tre volte: a Gabriele Baldassarri (Rimini), Peppe Manari (Samb) ed Ettore Turchi (Rimini).

Di nuovo in C2, esattamente undici anni dopo, il 25 novembre 2001, la Samb di Gaucci e mister Paolo Beruatto davanti a cinquemila spettatori batte di misura i romagnoli 1-0: il portiere rossoblu Stefano Visi para miracolosamente un tiro di Davide Di Nicola nel primo tempo poi a metà ripresa ci pensa Claudio Cacciatori a segnare il gol vittoria.

Sei mesi più tardi, il 19 maggio 2002, per l’Andata del primo turno dei PlayOff, poi vinti dalla Samb a Parma contro il Brescello, è 2-2 con rimonta biancorossa. I rossoblu di Colantuono-Schiavi, in vantaggio al 12° con una perfetta punizione di Totò Criniti, raddoppiano con Massimo De Amicis allo scadere del primo tempo. Nella ripresa la rimonta avversaria è firmata dalle reti di Daniele Bordacconi e Cristiano Luconi al 90°.

Il 26 settembre 2004 la Samb di Davide Ballardini, appena nata (è la terza giornata di Campionato), dà spettacolo ma non va oltre lo 0-0 contro il Rimini di Leonardo Acori.

Sei anni dopo, il 19 dicembre 2010 in serie D, i rossoblù di mister Gigi Boccolini augurano il Buon Natale ai propri tifosi con una vittoria: è Carlo Maria Caligiuri a segnare l’1-0 finale al quarto d’ora della ripresa.

L’ultimo precedente si gioca sabato 15 dicembre dello scorso anno. La Samb di Giorgio Roselli fa suo il match con il minimo indispensabile, 1-0. A risolvere la gara ci pensa Elio Calderini che trasforma un calcio di rigore a cinque minuti dal 90°.

Luigi Tommolini


Ancona

Un nuovo decesso positivo al Covid nelle Marche

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – L’aggiornamento del Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria di mercoledì 3 giugno 2020.

Il Gores ufficializza un nuovo decesso da Covid avvenuto nel territorio marchigiano, aveva 85 anni e possedeva patologie pregresse. Le vittime positive al Coronavirus sono, secondo gli ultimi dati, 988: 592 uomini e 396 donne.

Dati del 31 maggio: nessuna vittima da Covid.

Continua a leggere

Ancona

Ospedali Riuniti: arriva il pacemaker più piccolo al mondo. Primo in Italia

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – Ospedali Riuniti annuncia oggi di essere il primo ospedale in Italia, il terzo in Europa, a adottare la tecnologia Micra™ AV, il pacemaker più piccolo al mondo in grado di garantire sincronia atrioventricolare (AV). Questo nuovo dispositivo, indicato per il trattamento di pazienti a rischio di morte con blocco AV, ha un decimo delle dimensioni di un pacemaker tradizionale.

La prima procedura in Italia è stata eseguita dal Prof A. Dello Russo il 1 Giugno ad Ancona. Il Prof Dello Russo, noto elettrofisiologo divenuto di recente la guida della squadra degli Ospedali Riuniti di Ancona e della Clinica Universitaria di Cardiologia – Università Politecnica delle Marche, ha eseguito, grazie all’aiuto della sua equipe di medici e tecnici (Dr. Gino Grifoni, Dr Manuel Antonio Conti, Dr Agostino Misiani, Ing. Danila Contaldo), l’impianto in una paziente che rischiava la vita a causa di un disturbo del cuore, il blocco AV, che non le permetteva di essere sottoposta a un altro intervento.

Immagine: Luca Ceriscioli (Il Martino - ilmartino.it -)

Luca Ceriscioli

È veramente motivo di orgoglio constatare che la nostra sanità prosegue nelle attività di eccellenza nonostante la grave emergenza che ci ha visto tutti impegnati negli ultimi mesi. Siamo consapevoli delle grandi professionalità che operano all’interno del nostro sistema regionale – afferma il presidente Luca Cerisciolie questo è, ancora una volta, uno dei moltissimi esempi’.

Le Marche – spiega il direttore generale Michele Caporossiannoverano oggi tra le alte specializzazioni anche l’elettrofisiologia, che sempre di più dà risposte efficaci a pazienti complessi per i quali è sempre stata alta la propensione ai viaggi della speranza, specialmente verso il nord Italia. Oggi di questo non c’è più bisogno. Qui abbiamo di tutto e di più’.

Il Blocco AV è una tipologia di blocco cardiaco in cui risultano compromessi i segnali elettrici tra le camere del cuore (gli atri e i ventricoli). Il pacemaker, ossia il più comune strumento per trattare i blocchi AV, ripristina il normale ritmo cardiaco. Storicamente il tradizionale pacemaker è impiantato sottopelle in regione pettorale e collegato al cuore grazie a dei fili chiamati ‘elettrocateteri’. Comparabile in dimensioni ad una compressa di vitamine, il Prof A Dello Russo ha scelto di utilizzare il dispositivo Medtronic Micra AV per la capacità di erogare terapia con un approccio mininvasivo.

È una sorta di pacemaker invisibile, il Micra AV, che viene inserito dall’inguine del paziente e fissato con delle piccole ancore al cuore. Dal momento che il Micra AV – conclude il comunicato della Regione Marche – non richiede elettrocateteri o la creazione di una ‘tasca’ chirurgica sottopelle, le possibili complicanze relative a tasca ed elettrocateteri sono del tutto eliminate, così come qualsiasi traccia visibile del dispositivo stesso.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Ultim’ora, Pagliare del Tronto: ucciso un ex Carabiniere

Un vero e proprio agguato.

Luigi Tommolini

Published

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

PAGLIARE DEL TRONTO di SPINETOLI – E’ accaduto pochi minuti fa lungo la pista ciclabile di Pagliare del Tronto, all’altezza della frazione di San Pio.

Un agguato in piena regola con l’assassino che esplode tre colpi di rivoltella e poi si dà alla fuga a bordo di una moto guidata da un complice.

A terra, privo di vita, Antonio Cianfrone, 50 anni compiuti lo scorso agosto, ex Carabiniere con un passato nella stazione CC di Monsampolo del Tronto.

Era stato coinvolto in un’inchiesta per concussione e truffa ai danni di un’assicurazione.

Testimone del tragico agguato di stamattina una donna che stava correndo.

Sembrerebbe un vero e proprio regolamento di conti.

I militari dell’Arma indagano.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone