Samb-Rimini: 80 anni di sfide

I precedenti tra la Samb e i fratelli del Rimini: foto, tabelle, curiosità.

25 ottobre 1981. Samb-Rimini 3-0. Il gol dell'1-0 firmata da Franco Caccia

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventuno incontri ufficiali tra Samb e Rimini in casa rossoblu, 18 in Campionato (4 in serie B, 11 in C, 2 in C2 e uno in D), 2 in Coppa Italia, uno nei PlayOff di serie C2. Tredici al “Fratelli Ballarìn”, sette al “Riviera delle Palme” e uno sul campo neutro di Senigallia.

Dodici sono le vittorie rossoblù (due in Coppa) e nove i pareggi (uno nei PlayOff di C2). Nessuna vittoria del Rimini.

Curiosità: in tutte e 10 le vittorie rossoblu di Campionato i romagnoli non hanno mai segnato una rete.

Il primo incontro a San Benedetto del Tronto si gioca 80 anni fa in serie C, il 1° ottobre 1939, 1-0 per la Samb di mister Antonio Moretti e patròn Brancadoro.

Supremazia rossoblù nei primi sette scontri con sei vittorie e un pareggio,   1-1, il 13 aprile 1969: al 9° minuto il biancorosso Silvio Rosa (primo gol in assoluto del Rimini in casa Samb) firma il momentaneo 1-0. Cinque minuti più tardi il rossoblu Alberto Mari pareggia i conti.

La stagione seguente, l’11 gennaio 1970, c’è la vittoria più larga della Samb,   4-0. Il poker è calato tutto nella ripresa: apre Andrea Orlandini su calcio di rigore al 5°, doppietta di Giovanni Urban al 12° e al 23°, chiude Giovanni Carnevali al 90°.

Dal 1972/73 al 1978/79 ci sono cinque scontri e terminano tutti in parità: i primi due in serie C, gli altri tre in serie B.

Il 22 ottobre 1972 il gol di “faina”-Maurizio Simonato (poi pareggiato al 91° da Renzo Rossi su rigore) non serve a salvare la panchina a Piero Persico: al suo posto arriverà Marino Bergamasco. Inizia l’epopea della “SamBergamasco”!!!

22 ottobre 1972. Samb-Rimini 1-1. L’ultima Samb di Piero Persico poi…inizierà l’epopea della “SamBergamasco”

Il 5 giugno 1977 è memorabile il gol del momentaneo vantaggio di “bomber” Francesco Chimenti sotto la Gradinata Sud del “Ballarin”: il suo tiro potente, preciso e millimetrico sorprende Franco Tancredi, futuro portiere della Roma e della Nazionale Italiana.

L’11 giugno 1978, invece, l’incontro si gioca sul campo neutro di Senigallia per la squalifica del “Ballarin” a causa delle “intemperanze” dei tifosi rossoblu ai danni dell’arbitro Paolo Bergamo di Livorno dopo l’incontro casalingo contro la Sampdoria: la “SamBergamasco” passa in vantaggio con Francesco Chimenti a metà del primo tempo. E’ Bartolomeo Di Michele a pareggiare al 10° della ripresa per i romagnoli di Osvaldo Bagnoli.

E’ parità 1-1 anche quattro mesi più tardi, il 15 ottobre 1978: alla mezzora sblocca il risultato la Samb di Nicola Tribuiani con Pierluigi Giani che di testa su angolo di Arcangelo Sciannimanico batte l’eterno secondo di Zoff, Massimo Piloni. Il pareggio è firmato al quarto d’ora della ripresa da Adriano Tedoldi (detto Fedayyin): è questa l’ultima rete segnata dal Rimini in Casa Samb in Campionato.

Stadio “Fratelli Ballarin”. 15 ottobre 1978. Samb-Rimini 1-1. Gemellaggio Samb Rimini

Le compagini si ritrovano sempre in “cadetteria” tre anni più tardi il 25 ottobre 1981 nell’ultimo scontro in serie B e nell’ultimo giocato al “Ballarin”. La neopromossa Samb di Nedo Sonetti stravince 3-0: doppietta di Franco Caccia nel primo tempo e gol di Marco Rossinelli alla mezzora della ripresa. La Samb vola al secondo posto in classifica, due punti dietro al Varese.

25 ottobre 1981. Samb-Rimini 3-0. Il gol dell’1-0 firmato da Franco Caccia

Il primo scontro in Campionato al “Riviera delle Palme” è datato 25 novembre 1990, serie C2. I rossoblu di Giorgio Rumignani pareggiano 0-0 in una gara movimentata: tre espulsioni più un rigore per il Rimini, concesso al 4° minuto da Luigi Repace di Perugia, tirato da Daniele Tani e parato da Fabrizio Pisano. Nella ripresa in un quarto d’ora (dal 15° al 30°) l’arbitro umbro alza il cartellino rosso per ben tre volte: a Gabriele Baldassarri (Rimini), Peppe Manari (Samb) ed Ettore Turchi (Rimini).

Di nuovo in C2, esattamente undici anni dopo, il 25 novembre 2001, la Samb di Gaucci e mister Paolo Beruatto davanti a cinquemila spettatori batte di misura i romagnoli 1-0: il portiere rossoblu Stefano Visi para miracolosamente un tiro di Davide Di Nicola nel primo tempo poi a metà ripresa ci pensa Claudio Cacciatori a segnare il gol vittoria.

Sei mesi più tardi, il 19 maggio 2002, per l’Andata del primo turno dei PlayOff, poi vinti dalla Samb a Parma contro il Brescello, è 2-2 con rimonta biancorossa. I rossoblu di Colantuono-Schiavi, in vantaggio al 12° con una perfetta punizione di Totò Criniti, raddoppiano con Massimo De Amicis allo scadere del primo tempo. Nella ripresa la rimonta avversaria è firmata dalle reti di Daniele Bordacconi e Cristiano Luconi al 90°.

Il 26 settembre 2004 la Samb di Davide Ballardini, appena nata (è la terza giornata di Campionato), dà spettacolo ma non va oltre lo 0-0 contro il Rimini di Leonardo Acori.

Sei anni dopo, il 19 dicembre 2010 in serie D, i rossoblù di mister Gigi Boccolini augurano il Buon Natale ai propri tifosi con una vittoria: è Carlo Maria Caligiuri a segnare l’1-0 finale al quarto d’ora della ripresa.

L’ultimo precedente si gioca sabato 15 dicembre dello scorso anno. La Samb di Giorgio Roselli fa suo il match con il minimo indispensabile, 1-0. A risolvere la gara ci pensa Elio Calderini che trasforma un calcio di rigore a cinque minuti dal 90°.

Luigi Tommolini