I Monti Sibillini visti dalla Croazia, meraviglioso scatto diventa virale sul web

Scatto di @aleksandargospic

maria giulia
«E che pensieri immensi,
Che dolci sogni mi spirò la vista
Di quel lontano mar, quei monti azzurri,
Che di qua scopro, e che varcare un giorno
Io mi pensava, arcani mondi, arcana
Felicità fingendo al viver mio!
Ignaro del mio fato, e quante volte
Questa mia vita dolorosa e nuda
Volentier con la morte avrei cangiato.»
(Giacomo Leopardi, Le Ricordanze)

In molti mettono in dubbio la veridicità della foto. Noi intanto ringraziamo l’autore, @aleksandargospic, per aver regalato questo raro capolavoro divenuto virale sul web. E lasciamo a qualunque lettore ed osservatore avere una personale idea sull’immagine.

Monti Sibillini sono il quarto massiccio montuoso per altezza dell’Appennino continentale dopo Gran Sasso, Maiella e Velino-Sirente posto nell’Appennino umbro-marchigiano, lungo lo spartiacque primario dell’Appennino centrale, a cavallo tra Marche e Umbria, tra le province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Perugia, ospitando l’omonimo Parco nazionale dei Monti Sibillini.

Con una lunghezza da nord a sud di circa 40 km, costituiti prevalentemente da rocce calcaree, formatesi sui fondali di mari caldi, presentano cime che superano frequentemente i 2.000 m di altitudine, come la maggiore del gruppo, il monte Vettore (2.476 m s.l.m.), il Pizzo della Regina (o monte Priora), il monte Bove e il monte Sibilla.