fbpx
Connect with us

Sport

Serie B, 2a giornata: precedenti, numeri, curiosità

Published

on

2a giornata Serie BKT 2021/2022: i precedenti – Numeri e curiosità del secondo turno.

300a per Ciano, D’Angelo il grande ex, Marconi a caccia del 100° gol

Pisa – Alessandria (venerdì 27 agosto, ore 18.00)

16 precedenti ufficiali a Pisa: 6 vittorie nerazzurre (ultima 1-0 nella serie C-2 1998/99), 6 pareggi (ultimo 0-0 nella serie C 2018/19) e 4 successi piemontesi (ultimo 1-0 nella serie C-1 2000/01).

Pisa in rete da 8 gare ufficiali, tra vecchia e nuova stagione: 16 marcature totali nel periodo (media di 2 ad incontro) con ultimo digiuno il 12 aprile scorso, 0-2 a Verona dal Chievo.

In trasferta – in Serie B – l’ultima vittoria dell’Alessandria risale al 24 novembre 1974, 2-1 a Taranto. Poi 15 gare esterne cadette, con score di 6 pareggi e 9 sconfitte.

E se segnasse la 100° rete tra i professionisti all’Arena? Michele Marconi riparte da 99 gol in carriera (383 le sue presenze totali), di cui 1 in Serie A, 28 in B, 58 in Lega Pro, 7 in Coppa Italia, 5 nei playoff delle varie categorie. La prima rete siglata in Serie A, Atalanta-Genoa 2-0 del 18 maggio 2008.

Tra Luca D’Angelo e Moreno Longo confronto tecnico inedito.

D’Angelo è grande ex della partita, avendo allenato l’Alessandria dal novembre 2013 al giugno 2015 in Lega Pro, prima in II Divisione, poi venendo promosso nella C unificata. In totale, sulla panchina grigia, D’Angelo ha sommato 67 panchine ufficiali, con score di 33 vittorie, 18 pareggi e 16 sconfitte.
Brescia – Cosenza (venerdì 27 agosto, ore 20.30)

14 confronti ufficiali in quel di Brescia, tutti in Serie BKT: 7 i successi dei padroni di casa (ultimo l’anno scorso in B, 2-0), 5 i pareggi (ultimo 0-0 nella serie B 1998/99) e 2 le vittorie calabresi (ultima 1-0 nella serie cadetta 1999/00).

Promozioni in Serie A agli antipodi stasera al “Rigamonti”: campionato numero 63 in Serie B della storia per il Brescia, la formazione presente più volte nel torneo cadetto in senso assoluto. I lombardi hanno festeggiato finora 12 promozioni in massima divisione, nelle stagioni 1932/33, 1942/43, 1964/65, 1968/69, 1979/80, 1985/86, 1991/92, 1993/94, 1996/97, 1999/00, 2009/10, 2018/19, capolisti assoluti alla pari dell’Atalanta. Di contro il Cosenza, una delle 4 compagini al via della Serie B 2021/22 ancora senza promozioni in A, come Monza, Cittadella e Pordenone.

Cosenza a secco di reti da 509’: l’ultima dei rossoblù firmata da Tremolada al 31’ di Cosenza-Pescara 3-0 del 1 maggio scorso; da allora si contano i restanti 59’ di quel match e i 4 interi successivi, con sconfitte 0-4 ad Empoli, 0-3 al “San Vito-Marulla” contro il Monza, 0-2 a Lignano contro il Pordenone, infine le prime gare del 2021/22, 0-4 a Firenze in coppa Italia e 0-1 nell’esordio di serie B ad Ascoli.

Inedita la sfida tecnica fra Filippo Inzaghi e Marco Zaffaroni.

Filippo Inzaghi ha vinto domenica scorsa a Terni – 2-0 nel debutto della Serie B 2021/22 – la sua gara numero 99 da allenatore professionista, di cui 22 in serie A, 44 in B, 23 in Lega Pro, 8 fra coppa Italia “dei grandi” e di C, 2 in altri tornei post-season, alla guida di Milan, Venezia, Bologna, Benevento e Brescia. La prima coincide con il suo debutto assoluto: Milan-Lazio 3-1 di serie A, 31 agosto 2014.
Vicenza – Frosinone (sabato 28 agosto, ore 18.00)

8 precedenti ufficiali a Vicenza: 4 le vittorie biancorosse (ultima 2-1 nella serie B 2014/15), 2 pareggi (ultimo 0-0 nella serie B dello scorso anno) e 2 successi ciociari (ultimo 1-0 nella serie B 2008/09).

Buona la prima del Vicenza al “Menti” da 4 anni nel campionato di appartenenza: 2 vittorie biancorosse (3-0 a spese del Gubbio nella C 2017/18 e 3-1 sulla Fermana nella C 2019/20) e 2 pareggi (0-0 contro la Giana nella C 2018/19 ed 1-1 contro il Pordenone nella B dell’anno scorso) lo score recente, con ultimo k.o. che risale al 27 agosto 2016, quando il Carpi si impose 2-0 in serie B.

Gara 300 in Serie BKT per Camillo Ciano, considerata la sola regular season: per l’attaccante giallazzurro esordio datato 27 agosto 2011, Crotone-Livorno 1-2. Le maglie finora vestite: Crotone, Padova, Avellino, Cesena e Frosinone.

Frosinone in serie utile da 6 gare ufficiali, fra vecchia e nuova stagione: score di 3 vittorie ed altrettanti pareggi, con ultimo stop che risale al 17 aprile scorso, 0-2 a casa del Pordenone.

Doppio pareggio per 1-1 nei 2 precedenti tecnici ufficiali fra Domenico Di Carlo e Fabio Grosso.
Perugia – Ascoli (sabato 28 agosto, ore 20.30)

20 precedenti ufficiali in Umbria tra le due squadre: 10 i successi biancorossi (ultimo 2-0 nella B 2018/19), 7 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2019/20) e 3 affermazioni marchigiane (ultima 2-0 nella serie B 2015/16).

Perugia imbattuto al “Curi” da 19 partite ufficiali consecutive: 16 vittorie (di cui 6 nelle ultime 6 uscite) e 3 pareggi. Ultimo k.o. interno biancorosso datato 8 ottobre 2020, 1-2 contro il Cesena, in C.

Michele Vano fa 100 da professionista: per la punta biancorossa 17 gare di Serie B, 76 di C, 3 di Coppa Italia e 3 in altri tornei post-season. Esordio il 3 settembre 2017, Arzachena-Viterbese 1-3 in Lega Pro. Arzachena, Carpi, Mantova e Perugia le casacche da lui finora indossate.

Tra i giocatori al via della Serie BKT 2021/22, quello che ha segnato più reti nel mese di agosto in categoria è Federico Dionisi: 5 centri per la punta bianconera, di cui 4 con la casacca del Livorno (1 nel 2010/11, doppietta nel 2011/12 e 1 gol nel 2012/13) ed 1 con la maglia del Frosinone 2016/17.

Massimiliano Alvini vittorioso nell’unico precedente tecnico contro Andrea Sottil: Reggiana-Ascoli 1-0 di serie B, lo scorso 14 febbraio.

Torna per la prima volta da avversario al “Curi” Andrea Sottil, che condannò alla C i biancorossi umbri nell’estate 2020, vincendo il playout con il “suo” Pescara: 2-1 biancazzurro al “Cornacchia” all’andata, reciproco successo umbro al ritorno, ma ai rigori si imposero gli abruzzesi.
Cittadella – Crotone (domenica 29 agosto, ore 18.00)

10 confronti ufficiali finora al “Tombolato”: 6 le affermazioni dei granata di casa (ultima 3-0 nella serie B 2018/19), 2 i pareggi (ultimo 0-0 nella serie B 2014/15) e 2 successi calabresi (ultimo 3-1 nella serie B 2019/20).

Incredibile “Citta”: l’unica sconfitta interna nelle ultime 11 gare ufficiali disputate al “Tombolato” dai granata è stata proprio la finale playoff contro il Venezia, 0-1 lo scorso 23 maggio; nel mezzo 7 successi e 3 pareggi.

Cittadella ad un passo dalla rete numero 700 nella sua storia in Serie B, considerata la sola regular season: i granata si trovano a quota 699: la prima assoluta è datata 10 settembre 2000, autore Stefano Ghirardello nel 2-2 al “Penzo” di Venezia contro gli arancioneroverdi di casa.

Crotone a porta aperta da 13 trasferte consecutive, per un totale di 44 reti al passivo, oltre 3 di media ad incontro. Ultima porta inviolata dei rossoblu fuori casa nello 0-0 di Udine, serie A, lo scorso 15 dicembre.

Inedita la sfida tecnica fra Edoardo Gorini e Francesco Modesto.
Lecce – Como (domenica 29 agosto, ore 20.30)

12 precedenti ufficiali in Salento fra le due squadre: 6 i successi giallorossi (ultimo 2-0 nella I Divisione Lega Pro 2012/13), 3 i pareggi (ultimo 0-0 nella serie A 1988/89) e 3 vittorie lariane (ultima 4-1 nella serie A 1985/86).

Il Como è a digiuno a “Via del Mare” da 273’: ultima rete firmata Dirceu al 87’ di Lecce-Como 1-4 dell’8 dicembre 1985 (serie A). Da allora si contano i 3’ residui di quel match e i 3 seguenti conclusi 0-0 nella serie A 1988/89, 1-0 salentino nella B 1994/95 e 2-0 giallorosso nella I Divisione Lega Pro 2012/13. Due delle 4 reti lariane vennero firmate dal compianto Stefano Borgonovo, la rete leccese addirittura dal “Barone” Franco Causio, su rigore.

Lecce a porta aperta da 9 partite ufficiali, fra vecchia e nuova stagione: 16 le reti subite dai salentini nel periodo; ultima porta inviolata dei salentini a Pisa, vittoria per 1-0 il 5 aprile scorso.

Prima del 2-2 della scorsa settimana a Crotone, il Como aveva disputato la sua ultima gara in serie BKT il 20 maggio 2016, sconfitta 0-1 all’ “Arechi” contro la Salernitana. Da 19 trasferte cadette consecutive – inclusa quella dello “Scida” – il Como subisce gol: ultimo “clean sheet” nel 2-0 a casa del Novara del 28 settembre 2015, poi un totale di 33 reti al passivo.

Inedita la sfida tecnica fra Marco Baroni e Giacomo Gattuso.
Monza – Cremonese (domenica 29 agosto, ore 20.30)

26 i precedenti ufficiali in Brianza tra le due squadre: bilancio che vede 10 successi biancorossi (ultimo 2-1 nella serie B dell’anno scorso), 9 pareggi (ultimo 1-1 nella serie C 2014/15) e 7 vittorie grigiorosse (ultima 2-1 nella I Divisione 2008/09).

Monza che stenta a decollare: fra vecchia e nuova stagione un solo successo brianzolo nelle ultime 5 partite ufficiali (2-0 nel playoff casalingo sul Cittadella), nel mezzo 1 pareggio e 3 sconfitte e ben 3 partite delle 5 in questione dove la formazione biancorossa non è mai andata a segno.

Cremonese a porta chiusa da 219’: ultima rete subita da Segre al 81’ di Spal-Cremonese 1-0 di Serie BKT, lo scorso 10 maggio, da cui si sommano i residui 9’ al “Mazza” e le intere gare 2021/22 a Torino (0-0 contro i granata al 120’ in coppa Italia) e allo “Zini” contro il Lecce (3-0 in B).

I grigiorossi non vanno in gol fuori casa da 252’: ultima rete esterna firmata Gaetano al 48’ di ChievoVerona-Cremonese 1-1 del 4 maggio scorso (serie B); da allora si sommano i restanti 42’ del “Bentegodi” e le intere gare a Ferrara (0-1 nella B 2020/21) e Torino (0-0 al 120’ nella coppa Italia 2021/22, avversari i granata di Juric).

Inedita la sfida tecnica tra Giovanni Stroppa e Fabio Pecchia.

Giovanni Stroppa a quota 99 sconfitte da allenatore, a –1 dalla centesima. La prima assoluta è stata subita in un Cremonese-Sudtirol 3-0 del 28 agosto 2011, coppa Italia di serie C. Per lui finora 26 k.o. in serie A, 41 in B, 25 in Lega Pro, 7 fra coppa Italia “dei grandi” e di C.
Parma – Benevento (domenica 29 agosto, ore 20.30)

L’unico precedente tra le due squadre al “Tardini” risale al 6 dicembre scorso, 0-0 in Serie A.

Il Parma non vince una gara ufficiale dal 2-0 casalingo sulla Roma del 14 marzo scorso, ancora in Serie A; da allora 2 pareggi e ben 11 sconfitte, nove delle quali nelle ultime 9 giornate nella massima divisione 2020/21. In queste 13 partite Parma sempre a porta aperta, con 36 gol totali al passivo.

Parma imbattuto in casa – in Serie B – da 16 partite consecutive, di cui 11 vinte e 5 pareggiate. Ultimo k.o. dal Pescara, 1-2 in data 14 ottobre 2017. Sempre al “Tardini” ed in B, ducali a porta chiusa da 216’, con ultima rete subita da Poli in Parma-Carpi 2-1 del 21 aprile 2018, minuto 54, da cui si contano i residui 36’ di quel match e i due interi seguenti, vinti dai crociati a spese di Ternana (2-0) e Bari (1-0).

100 in giallorosso per Roberto Insigne, ex di giornata (nel 2017/18 al Parma), che finora somma 30 gettoni in serie A, 61 in B, 6 in coppa Italia e 2 nei playoff cadetti. Debutto assoluto il 5 agosto 2018, coppa Italia, Benevento-Imolese 3-1.

Inedita la sfida tecnica tra Enzo Maresca e Fabio Caserta.
Reggina – Ternana (domenica 29 agosto, ore 20.30)

16 precedenti ufficiali tra le due squadre al “Granillo”: 4 le vittorie amaranto (ultima 1-0 nella serie C 2019/20), 8 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2012/13), 4 i successi rossoverdi (ultimo 2-1 nella serie B 2013/14).

Reggina a secco, in partite ufficiali ed in assoluto, da 333’: ultima rete firmata Montalto al 27’ del match pareggiato 2-2 a Lecce lo scorso 7 maggio (Serie B); poi si contano i residui 63’ a “Via del Mare” e gli interi confronti persi da Frosinone (0-4 al “Granillo” nella B dell’anno scorso), a Salerno (0-2 in Coppa Italia, il 16 agosto scorso) ed in casa contro il Monza (0-0 nell’esordio della B 2021/22).

Anche in casa l’ultima rete amaranto è stata firmata Montalto al 63’ del match pareggiato 2-2 contro del 4 maggio scorso con digiuno che ammonta a 207’: i restanti 27’ di quella gara e le intere contro Frosinone (0-4 nella B 2020/21) e Monza (0-0 nella B 2021/22).

Nelle ultime 22 trasferte in Serie B, Ternana a porta chiusa solo nel successo per 3-0 a Novara datato 14 aprile 2018; nelle residue 21 partite rossoverdi con un totale di 47 reti al passivo, oltre 2 in media ad incontro.

Tra Alfredo Aglietti e Cristiano Lucarelli primo confronto tecnico ufficiale.
Spal – Pordenone (domenica 29 agosto, ore 20.30)

3 precedenti ufficiali a Ferrara ed è sempre finita 3-1: successo estense nella Serie C 1941/42, vittorie dei friulani nella Coppa Italia di C 2002/03 e nella serie B dell’anno scorso.

100 in Serie B (considerata la sola regular season) per Francesco Vicari, il cui debutto risale al 18 maggio 2013 in Novara-Virtus Lanciano 1-1. Novara e Spal le maglie finora da lui indossate.

300 nel professionismo per Gianvito Misuraca, che ha esordito il 9 agosto 2009 in Coppa Italia, Vicenza-Cremonese 1-2. Il centrocampista di origini palermitane somma finora 121 match di Serie B, 151 di Lega Pro, 15 di Coppa Italia e 12 in altri tornei post-season, con le casacche di Vicenza, Grosseto, Pisa, Bassano e Pordenone.

E’ stata proprio a Ferrara l’ultima vittoria esterna del Pordenone, 3-1 il 9 febbraio scorso; nelle successive 8 trasferte i “ramarri” hanno collezionato 1 pareggio (0-0 a Venezia) e 7 sconfitte. La formazione friulana non segna fuori casa da 265’: ultima rete firmata Zammarini al 5’ del match perso 1-2 a Cremona lo scorso 10 aprile, da cui si sommano i residui 85’ allo “Zini” e le trasferte a casa di Reggiana (0-1) e Venezia (0-0).

Confronto tecnico inedito tra Pep Clotet e Massimo Paci.
Fonte: Footballdata


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Pesaro-Urbino

Pesaro, al via la coppa del mondo di ginnastica ritmica

Published

on

Al via a Pesaro la Coppa del Mondo 2022 di Ginnastica Ritmica

PESARO – Ha avvio oggi la fase finale della Coppa del Mondo di Ginnastica Ritmica 2022. Fino a domenica 5 giugno, centinaia di atlete provenienti da 31 Paesi, si sfideranno a colpi di palla, cerchio, clavette e nastri. Si riforma il binomio vincente che lega questa disciplina alla città di Pesaro, dopo la fortunata edizione andata in scena nel 2017. Si torna a gareggiare sulla pedana della Vitrifrigo Arena dunque, dove si concluderà il percorso della Word Cup 2022, dopo gli appuntamenti di Atene, Sofia, Tashkent e Baku.

Si torna a gareggiare sotto gli occhi del pubblico, dopo che le ultime edizioni sono andate in scena a porte chiuse, a causa delle restrizioni anti Covid. Prevista grande affluenza, specie per per la cerimonia di premiazione, in programma domenica alle 18:30.

L’edizione di quest’anno si arricchisce di maggior significato, dal momento che in gara c’è anche il team Ucraina. Da quando è scoppiato il conflitto, è la prima volta che una delegazione giallo-blu esce dal Paese per partecipare ad una manifestazione sportiva. Uno sforzo organizzativo immenso, reso possibile dalla mobilitazione di organizzatori e istituzioni che hanno cooperato al fine di permettere alla squadra ucraina di scendere in pedana.

Sul sito dedicato, sarà possibile seguire i risultati delle competizioni in tempo reale, mentre domenica a partire dalle ore 14, le finali di specialità saranno trasmesse in diretta televisiva su La7. Per chi volesse seguire anche le altre gare, è attivo un servizio di streaming su YouTube, con camera fissa e senza commento tecnico.

Continue Reading

Chieti

Viktoriia Onopriienko, la campionessa di ginnastica ritmica in fuga dalla guerra, è arrivata a Chieti

Published

on

Viktoriia Onopriienko in fuga dalla guerra in Ucraina accolta a Chieti
Viktoriia Onopriienko mentre attraversa il confine tra l'Ucraina e la Slovacchia

CHIETI – Viktoriia Onopriienko è giovane, ha appena 18 anni, ma è già una campionessa di ginnastica ritmica che si è classificata decima alle Olimpiadi di Pechino. È una delle grandi promesse internazionali di questo sport, ma ha dovuto interrompere bruscamente i suoi allenamenti quando la guerra le è piovuta addosso. Viktoriia è ucraina, di Kiev, e si è ritrovata improvvisamente costretta a fare i conti con gli orrori della guerra. Adesso però si è lasciata l’incubo alle spalle ed è pronta a ricominciare in Abruzzo, a Chieti, dove ha trovato ospitalità ed è stata ingaggiata dalla squadra di A1 “Armonia d’Abruzzo”.

Viktoriia Onopriienko, ha trascorso quasi un mese a scappare dalle bombe, cercando rifugio nei sotterranei della metro e poi riuscendo a raggiungere il confine con la Slovacchia, insieme alla madre. Suo padre e suo fratello sono rimasti a combattere. Proprio qui è avvenuto l’incontro con Irina Dobrovolska, ucraina e madre di Elisa, atleta, e Claudia Simeoni, tecnica e giudice teatina, che hanno portato la giovane campionessa a Chieti . Le due donne hanno raggiunto Budapest con un volo, dopodiché hanno noleggiato una macchina e si sono messe in marcia verso il confine tra Ucraina e Slovacchia, 800 chilometri tra andata e ritorno, per recuperare la ginnasta e portarla in Italia.

Anna Mazziotti fondatrice e presidente della società “Armonia d’Abruzzo”, una volta venuta a conoscenza della terribile situazione della Onopriienko, ha infatti deciso di ingaggiarla per toglierla dagli orrori della guerra. La società milita in A1 ed una una storica scuola di ginnastica attiva dal 1984. Negli anni è cresciuta ed ha espresso tantissimi talenti della ginnastica ritmica. Negli anni le sue atlete hanno preso parte a ben 4 le Olimpiadi, 8 campionati del mondo, numerosissimi europei, giochi del Mediterraneo e Universiadi, mentre il palmares della società sportiva vanta 8 scudetti tra A1 e A2,.

La giovane stava aspettando con ansia, insieme alla sua allenatrice, l’arrivo delle due donne che l’avrebbero portata in salvo. Dopo il drammatico e fatidico attraversamento del confine, è partita alla volta dell’Abruzzo, dove è stata accolta con grande affetto e solidarietà dalle sue nuove compagne, che l’hanno salutata con striscioni e abbracci. Ieri presso il Pala Giovanni Paolo di Pescara, è stata ricevuta dal sindaco Carlo Masci, Enrico Paoloni, rappresentante del presidente del Comitato Regionale FGI Abruzzo, l’allenatrice Germana Germani, la presidente Anna Mazziotti. Presenti anche le piccole ginnaste ucraine già accolte dall’Armonia .

L'”Armonia d’Abruzzo” non è l’unica società della Federginnastica ad essersi attivata per riportare in Italie atlete ucraine. Anzi, si è scatenata una vera e propria gara di solidarietà, e tantissime ginnaste, anche giovanissime, sono state portate al sicuro.

Sul volto della giovane Viktoriia Onopriienko, ancora ben visibili i segni del dolore e della sofferenza. Domenica sarà a Napoli per assistere alla terza prova del campionato di Serie A di Ritmica, pronta a vivere una nuova avventura sportiva, senza dover più pensare a come sopravvivere.

Continue Reading

Pallavolo

Le finali nazionali giovanili di pallavolo si disputeranno nella casa dell’Iseini Volley Alba Adriatica

Published

on

Le finali nazionali giovanili di pallavolo under 19 maschile 2022 nella casa dell'Iseini Volley Alba Adriatica

ALBA ADRIATICA – La casa dell’Iseini Volley ospiterà le finali nazionali di pallavolo maschile, under 19. Alba Adriatica è stata scelta insieme a Roma, Verona, Monza, Campobasso e Mondovì come sede per le gare delle finali nazionali giovanili 2022 di volley. Appuntamento dunque al Palazzetto dello Sport da martedì 24 fino a domenica 19 maggio, per i match dell’under 19 maschile. Di seguito il comunicato della Federvolley.

«La Federazione Italiana Pallavolo ha deliberato le date e le sedi delle Finali Nazionali Giovanili CRAI 2022 che assegneranno i titoli nazionali nelle rispettive categorie e che, come da tradizione, rappresentano un appuntamento clou per l’attività giovanile organizzata e promossa dalla FIPAV.

L’attività che catalizzerà l’attenzione dei settori giovanili nei mesi di maggio e giugno alzerà il sipario martedì 24 maggio con le finali nazionali di pallavolo categorie Under 18 femminile e Under 19 maschile, le cui gare si disputeranno rispettivamente a Verona e Alba Adriatica (TE). Immediatamente dopo sarà la volta delle Finali Under 16 femminili e quelle Under 17 maschili in programma dal 31 maggio al 5 giugno. Il torneo femminile si giocherà a Roma mentre quello maschile a Monza.

Le Finali Nazionali Giovanili CRAI si concluderanno con le gare valevoli per i titoli tricolori nelle categorie Under 14 femminile e Under 15 maschile in programma, rispettivamente a Mondovì (CN) e Campobasso, dal 7 al 12 giugno 2022.

La formula delle finali Nazionali, dopo quella studiata per l’edizione 2021 che ha visto la partecipazione di 12 squadre per garantire le migliori condizioni di sicurezza in quel particolare momento legato alla pandemia di Covid-19, ritorna ad essere, come da tradizione, la stessa per ogni categoria, con un totale di 28 formazioni partecipanti che si contenderanno i titoli giovanili. 

Le sedi e le date delle Finali Nazionali Giovanili Crai 2022

Finale Under 19 maschile: 24-29 maggio, Abruzzo (Alba Adriatica)
Finale Under 18 femminile: 24-29 maggio, Veneto (Verona)
Finale Under 17 maschile: 31 maggio-5 giugno, Lombardia (Monza)
Finale Under 16 femminile: 31 maggio – 5 giugno, Lazio (Roma)
Finale Under 15 maschile: 7-12 giugno, Molise (Campobasso)
Finale Under 14 femminile: 7-12 giugno, Piemonte (Mondovì)

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.