fbpx
Connect with us

Fermo

Fermo: denunciata ladra accusata di furto con destrezza

Pubblicato

il

FERMO – Nel tardo pomeriggio di pochi giorni fa, in un giorno di pioggia intensa, un uomo residente a Fermo ed in transito sulla costa si è fermato presso un tabacchino per acquistare un pacchetto di sigarette.

Dopo aver parcheggiato la propria vettura ad alcune decine di metri di distanza, una veloce corsa fino all’esercizio commerciale all’interno del quale vi erano alcuni clienti che attendevano un momento di quiete delle precipitazioni per poter uscire.

In quei pochi minuti, alcune chiacchiere sul clima autunnale, sul calo delle temperature e sul fatto che l’acquazzone improvviso avesse preso alla sprovvista le persone, parte delle quali erano uscite di casa senza ombrello.

In un momento di apparente pausa della pioggia l’uomo è stato avvicinato da una donna di poco più di quaranta anni che gli ha chiesto se, per le avverse condizioni metereologiche, avesse potuto accompagnarla a casa, senza volergli creare disturbo.

L’uomo, dopo un’iniziale diffidenza nei confronti della sconosciuta, ha risposto positivamente alla richiesta, per umana solidarietà e perché il luogo di destinazione della donna era, fondamentalmente, sul suo percorso.

Raggiunta la vettura e fatta salire la richiedente, in pochi minuti di tragitto i due sono giunti alla destinazione; altre chiacchiere lungo la strada e arrivati sotto casa della donna quest’ultima ha chiesto anche una sigaretta. 

Improvvisamente, poco prima di scendere dal veicolo, un affettuoso abbraccio di ringraziamento della donna la quale, richiusa alle spalle la portiera, ha iniziato a correre verso l’asserito stabile di residenza.

La apparente fuga in assenza di pioggia ha insospettito l’uomo che ha scoperto subito che durante quel contatto fisico gli era stato asportato il portafogli contenente documenti, carte di credito e pochi euro. Ma in pochi attimi la donna era ormai scomparsa.

La mattina successiva la vittima si è recata in Questura per formalizzare la denuncia di furto e gli investigatori della Squadra Mobile hanno attivato le indagini mostrando all’uomo un album fotografico nel quale è stata subito riconosciuta l’immagine dell’autrice del reato.

I poliziotti, la stessa mattina si sono recati dalla donna, domiciliata a Porto Sant’Elpidio, la quale, in base alla prove raccolte, ha dovuto ammettere la propria responsabilità per il furto perpetrato e ha dato indicazioni agli operatori della Squadra Mobile in merito al luogo dove aveva lasciato il bottino, che è stato ritrovato e nello stesso giorno riconsegnato al legittimo proprietario.

Unico oggetto mancante una carta ricaricabile, frequentemente usata per commettere truffe, che è stata bloccata dal denunciante e resa quindi inutilizzabile.

La ladra, già nota ai poliziotti per i suoi precedenti anche per reati contro il patrimonio è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il furto con destrezza.

Fermo

Maltrattamenti e lesioni a Pedaso e Servigliano: attivato il codice rosso

Pubblicato

il

112-cc-carabinieri-maltrattamenti-in-famiglia-e-lesioni-personali-pedaso-servigliano

Interventi dei carabinieri a Pedaso e Servigliano per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Un uomo albanese residente a Pedaso, per almeno un paio d’anni ha vessato la propria moglie con maltrattamenti e lesioni per motivi di gelosia. A Servigliano invece i carabinieri hanno arrestato un bulgaro che ha colpito un 64enne durante una lite condominiale.

FERMO – I carabinieri di Pedaso e Servigliano hanno compiuto interventi per lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. In seguito alla denuncia presentata da una donna e gli opportuni accertamenti, i carabinieri di Pedaso hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un giovane albanese. In base a quanto appurato dai militi, per almeno due anni, spinto da una gelosia morbosa, ha maltrattato ed anche picchiato la propria compagna. I carabinieri hanno avviato le procedure per attivare il “codice rosso”

I militari della stazione di Servigliano invece hanno rintracciato e denunciato per lesioni graviun bulgaro di 50 anni ritenuto responsabile di aggressione nei confronti di un uomo di 64 anni. Al culmine di una lite durante una una riunione di condominio a Montappone, avrebbe minacciato e colpito l’anziano con un bastone, procurandogli una prognosi di cinque giorni per la “contusione dell’emicostato”.

Continua a leggere

Fermo

Fuggono dopo l’incidente: padre e figlio denunciati per omissione di soccorso

Pubblicato

il

padre-e-figlio-denunciati-per-omissione-di-soccorso-dai-carabinieri-di-fermo

FERMO – Due uomini, padre e figlio, sono stati denunciati dai carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Fermo, per fuga in caso di incidente con danni a persone ed omissione di soccorso.

In base a quanto ricostruito dai militi, in seguito ad un incidente tra la vettura sulla quale si trovavano a bordo ed un’altra, sono fuggiti senza prestare soccorso all’altro automobilista coinvolti nel sinistro, rimasto ferito in seguito allo scontro.

I carabinieri sono risaliti ai presunti responsabili grazie ai rilievi effettuati, alle testimonianze raccolte e all’esame delle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati nella zona. Una volta individuati, hanno chiesto loro delucidazioni in merito all’incidente stradale. Uno dei due, il genitore, ha mentito, probabilmente con l’intento di sollevare da responsabilità penalia il figlio, affermando di essere stato lui al volante, ma questo fatto è stato smentito dalle ricostruzioni dei militi. Padre e figlio protagonisti della fuga dopo l’incidente stradale avvenuto a Fermo sono stati denunciati.

Continua a leggere

Fermo

Rubano dolciumi per 25 euro: denunciati due giovani

Pubblicato

il

furto-dicolciumi-denunciati-dai-carabinieri-due-giovanissimi-per-rapina-impropria

FERMO – Hanno compiuto un furto di dolciumi per un valore di 25 euro dagli scaffali di un supermercato di a Porto Sant’Elpidio ed hanno cercato di allontanarsi, ma sono stati visti dal personale che ha chiamato i carabinieri. Sono stati così denunciati due giovanissimi per rapina impropria.

Una guardia giurata ed un’impiegata hanno provato a bloccare la coppia di ladruncoli, che però, strattonando i due, è riuscita a guadagnare l’uscita. I carabinieri, arrivati poco dopo, si sono messi subito sulle loro tracce, individuandoli poco dopo.

Nonostante la giovane età, uno dei due era già noto alle forze dell’ordine, un giovane di Montegranaro. Con lui una ragazza poco più che ventenne di Fermo. Dopo che sono stati riconosciuti come gli autori del furto di dolciumi, i “Bonnie and Clyde” del furto dei dolciumi commesso a Porto Sant’Elpidio sono stati denunciati per rapina impropria.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.