fbpx
Connect with us

Abruzzo

Intervista al creatore della pagina “L’abruzzese fuori sede”

Published

on

Con oltre 205.000 seguaci su Facebook e qualche triste migliaio su Instagram (il corposo vecchio profilo instagram gli è stato rubato), “L’abruzzese fuori sede” è ormai una pagina storica del web agricolo.

Vincitore inspiegabilmente di alcuni premi abruzzesi (Premio Sulmona per la comunicazione, Premio amore per l’Abruzzo, Premio Dean Martin, Premio Abruzzese Sotte a la Madunnine, Targa a caso del Comune di Villalfonsina ecc.), terzo abruzzese più influente del 2018 secondo Abruzzolive (poi, in quella classifica, ha fatto ‘na calata), amico di Gianni Morandi e tutte cose, Gino Bucci è l’anima di tale pagina.

Ciao Gino, come stai?

Male, un dolorino persistente al gomito tra l’altro…

Come mai hai accettato questa intervista?

Motivi personali. Inoltre ultimamente sto intervistando alcuni personaggi per questo giornale, oggi non mi rispondeva nessuno e mi son detto: “io mi rispondo subito”.

Bella pensata; pensi davvero sia una bella pensata?

Vattelappesca.

Jim Morrison diceva che l’auto-intervista è la forma massima di creatività, concordi?

No.

Trovi sia leggermente patetico?

No dai, alla fine è pur sempre letteratura, poi comunque qualcuno se la leggerà volentieri, stai a vedere.

Che hai mangiato stasera?

Carciofi ripieni.

Che ne pensi di questo Abruzzo?

Una regione per me stupenda, sincero. Ho dedicato tutta la mia vita all’Abruzzo e ne sono fiero.

Qual è il paese d’Abruzzo che ami di più?

Martinsicuro ovviamente, al secondo posto Guardiagrele, al terzo Colonnella.

Che ti piace dell’Abruzzo?

Il silenzio.

E a chi dice, cito: “Martinsicuro è una città marchigiana.”?

Pernacchietta sardonica.

Tua nonna come sta?

Bene, grandissima.

Qual è la soddisfazione più bella che hai ottenuto grazie alla pagina?

L’affetto delle genti, praticamente non mi odia nessuno. Anche quei maccheroncini alla chitarra della signora Esterina mi fecero sentire molto soddisfatto.

Quando la creasti, la pagina?

2014 circa.

Lavoro?

Scrivo qua, scrivo di là, scrivo altrove. Entro Pasqua esce un libro, poi sto tentando di creare una specie di podcast, mo vediamo dai.

Un romanzo rosa?

Una raccolta di filastrocche paesane, anche dialettali, già sta pronto, ci mancano solo i disegnetti, casa editrice finanche teramana. Uno scoop: la prefazione sarà di uno scrittore Premio Campiello, tiè.

Io credo che tu sia una persona parecchio infelice.

Dici?

Le domande le faccio io.

Ok.

Che ne pensi di Scontrone (AQ)?

Paese molto bello con murales non banali.

E di Reginaldo, frazione di Roccamontepiano?

Frazione epocale.

In molti si lamentano perché non rispondi sempre ai messaggi privati. Commenti?

Leggo tutto, non rispondo sempre per cause di forza anche maggiori.

Che ne pensi di quelli che confondono i gruppi con le pagine?

Prossima domanda.

Cos’è per te l’amore?

Beh, beh…

La morte?

Tutte ha scorte.

La signora sconosciuta che ogni sera ti scrive “Buonanotte” e ogni mattina “Buongiorno”, lo fa ancora?

Sempre, da 4 anni esatti. Saltuariamente anche “Buon pomeriggio”.

Ma ‘sta laurea?

Sono laureato in lettere moderne.

Qual è stata la cosa più imbarazzante che hai dovuto fare in questi anni?

Parlare in pubblico.

Hai parlato nelle scuole, ti hanno invitato a dei festival e tutte cose… Perché non pubblicizzi mai degnamente queste apparizioni?

Chi non conosce la vergogna è padrone del mondo.

Ma invece sei tanto dolcino quando parli, con quel biascicare vacuo…

Serio.

Poeta preferito?

Modesto Della Porta, Guido Gozzano e Serafino Aquilano.

Poeta abruzzese preferito?

Modesto Della Porta.

Cantante preferito?

Francesco Guccini, Setak e ‘Nduccio.

Domani è Sant’Antonio, che ti viene in mente?

Lu porche.

La canzone?

Fu un successone.

Gino, che ne pensi di Pericle Pazzini?

Un genio assoluto.

A chi ti ispiri quando scrivi?

Gianni Clerici.

Il tennis?

Ho vinto cinque volte il torneo sociale di Martinsicuro e mo mittece ‘na pezze.

Gira voce che tu voglia candidarti…

Li chiacchiere si li porte lu vende.

Perché odi i politici?

Non odio nessuno.

Non ti esponi mai su questi temi, paura eh?

Mi espongo fra le righe da anni. Certamente sono un noto cerchiobottista.

Che ne pensi dell’orso marsicano?

Un fratello per me.

E del camoscio d’Abruzzo?

Praticamente mio padre.

Perché ti piacciono così tanto le tradizioni e i dialetti?

Nonna.

Che hai fatto in tutti questi anni?

Sono andato a letto tardi.

Completa questa frase: “Meglio andare…”

A casa.

Direi che può bastare dai, ti saluto caramente.

Il mio piatto preferito sono le pallotte cace e ove con un bel sughetto mmm.

Non te l’ho chiesto.

Ti saluto caramente.

Ok.

Bella!

C’arivideme.

Dai chiudi tu.

No no, prima tu.

Ok, ciao.

Ultima cosa, scegli una bella foto da mettere qua sopra.

Sta parlato.

L'Aquila

Roseto, arrestati due minorenni per spaccio, avevano hashish e cocaina

Published

on

cc carabinieri 112 volante

Notati da una pattuglia, hanno cercato di nascondersi, ma non sono passati inosservati ai carabinieri. Sono stati così arrestati per spaccio a Roseto due ragazzi minorenni che avevano un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

Lo stupefacente sequestrato dai carabinieri

TERAMO – I carabinieri stavano perlustrando il lungomare, per prevenire eventuali tentativi di furto negli stabilimenti balneari chiusi, quando hanno notato due sagome nel retro di un locale che, alla vista della pattuglia, hanno cercato di nascondersi. Si tratta di due minorenni sorpresi in possesso di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, che sono stati arrestati per spaccio a Roseto degli Abruzzi.

Il loro tentativo di passare inosservati non è sfuggito ai carabinieri che li hanno fermati e perquisiti. I due ragazzi avevano 75 dosi di hashish, complessivamente circa 50 grammi, oltre a 2 grammi di cocaina suddivise in 3 dosi. I due ragazzi avevano anche due bilancini di precisione. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato, mentre i due giovani sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio e sono stati accompagnati al Centro Prima Accoglienza de L’Aquila, in attesa dell’udienza di convalida.

I carabinieri sono al lavoro ora per capire chi possa aver ceduto ai due minorenni arrestati per spaccio a Roseto le sostanze stupefacenti e a chi fossero destinate. Le indagini sono dirette dalla Procura presso il Tribunale dei Minorenni de L’Aquila.

Continue Reading

Abruzzo

Aborto in Abruzzo: utilizzo Ru486 raddoppiato nel 2021. Obiettori tra 75 e 90%

Published

on

PESCARA – Impennata di Ru486 nel 2021 in Abruzzo. Nel 2019 l’utilizzo del farmaco per l’interruzione di gravidanza aveva visto 196 utilizzatori che nel 2020 erano saliti a 214. Lo scorso anno sono stati invece 527 i casi in cui le donne ne hanno fatto ricorso. Un aumento di ben oltre il 100%, soprattutto nella provincia di Teramo.

Stabili invece le interruzioni di gravidanza, che si attestano a 1300 circa l’anno. Come riporta l’Ansa, con una nota del 2021 la Regione Abruzzo aveva raccomandato la somministrazione della Ru486 in ambito ospedaliero e non consultoriale, a maggior tutela delle pazienti in caso di effetti avversi che nei consultori potrebbero non essere trattati adeguatamente.

Per quanto riguarda gli obiettori di coscienza nella Asl di Pescara sono oltre 90 per cento mentre per le interruzioni di gravidanza c’è un’unità operativa specificamente dedicata alle Ivg a Penne. A Teramo gli obiettori arrivano all’80%, e le interruzioni si fanno all’ospedale di Teramo; a Chieti obiettori oltre il 90%. Le interruzioni si fanno all’ospedale Lanciano. Per L’Aquila le interruzioni si effettuano all’Aquila e Avezzano. La media degli obiettori nella Asl è del 75 per cento.

Continue Reading

Abruzzo

Abruzzo: “Siamo tutti Protezione civile”, prevedere per prevenire

Published

on

L’AQUILA – Venerdì 30 settembre dalle 16:00 alle 23:30, all’Aquila (Piazza Duomo) si rinnoverà l’evento “SHARPER – LA NOTTE DEI RICERCATORI” promosso e organizzato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso con la collaborazione del Comune dell’Aquila, del Gran Sasso Science Institute e della Regione Abruzzo.

Oltre ad offrire un programma vario e multidisciplinare, quest’anno l’evento sarà ancora più ricco grazie alla partecipazione dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile che metterà in campo professionalità e mezzi della protezione civile regionale a testimoniare l’impegno in favore della prevenzione e della sicurezza.

“La protezione civile è un sistema di persone, professionalità, mezzi e conoscenze che possono fare la differenza quando si è esposti ad un rischio ambientale” ha detto Mauro Casinghini, direttore dell’Agenzia di PC”. “Le decisioni in fase di emergenza devono essere prese in tempi rapidi”, ha aggiunto, “ma per costruire la consapevolezza del rischio c’è bisogno di studio e di collaborazione tra le istituzioni e il cittadino” “Tutti abbiamo un ruolo importante per proteggerci e per proteggere gli altri e quella di SHARPER rappresenta un’occasione importantissima per sensibilizzare e diffondere la cultura della prevenzione e delle buon pratiche, a cominciare dai più piccoli che potranno giocare e sperimentare insieme agli operatori di protezione civile”. 

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.