I nostalgici delle serie televisive ricorderanno molto bene questa immagine! E’ il poster che campeggia dietro la scrivania del detective Mulder, nella fortunatissima serie televisiva X-Files che spopolò in tutto il mondo agli inizi degli anni 90. E’ stato il dott. Marini, responsabile dell’Osservatorio Astronomico Colle Leone di Mosciano Sant’Angelo, raggiunto da noi telefonicamente che ci ha rinfrescato la memoria citando la suddetta frase, dopo alcune domande circa gli ultimi avvistamenti di oggetti non identificati nei cieli abruzzesi.

E’ infatti di pochi giorni fa, l’ultimo clamoroso avvistamento a Vasto Marina nei pressi del pontile dalla Loggia Amblingh. Una donna racconta che durante una passeggiata, ha deciso di scattare qualche foto vista la bella serata e il cielo limpido. Quando ha alzato gli occhi al cielo, è stata attratta da due oggetti gialli dalla forma cilindrica ed inusuale. Gli oggetti volanti erano inizialmente fermi, poi hanno iniziato a muoversi e gironzolare nell’area intorno al pontile, tenendosi sempre ad una altezza di 20 metri, fin quando sono scomparsi nel nulla.

Secondo i bene informati gli avvistamenti ufo risultano essere sempre più frequenti nella nostra regione anche grazie alla divulgazione, quattro giorni fa, di documenti dell’aeronautica militare italiana relativi ad avvistamenti ufo in Italia dal 1972 al 2013 (più di 445 fascicoli), molti riguardanti proprio il Mare Adriatico e l’Abruzzo.

Non è però di tale avviso il dott. Marini che da una lettura decisamente scientifica e concreta. Fenomeni che possono destare curiosità, interesse e suggestionarci, accadono costantemente da 5000 anni. “Non c’è fenomeno visto nel cielo che non è stato spiegato…anche i militari americani prestati alla NASA come astronauti negli anni 70’ caddero spesso in contraddizione, nel cercare di capire o decifrare alcuni fenomeni. Seppur professionisti addestrati, non avevano la preparazione idonea per interpretare strani avvistamenti nell’universo e perché un avvistamento risulti davvero scientificamente interessante deve essere ripetibile e rivedibile.” Continua dicendo “Anche io credo che nell’universo uno o più pianeti possano aver avuto la stessa evoluzione che ha coinvolto la terra milioni di anni fa…ma il contatto tra noi e una forma di vita aliena è ben altra cosa.” A questo punto non resta che capire se vogliamo essere come Fox Mulder o Dana Scully…una cosa è certa, noi del Martino abbiamo cercato di dare spazio agli appassionati di ufologia e a coloro che guardano le stelle sapendo che nascondono dei misteri, ai quali vorremmo tanto credere!