fbpx
Connect with us

Ancona

La Regione Marche investe 1,23 milioni di euro per il trasporto pubblico locale su gomma

Carlo Di Natale

Published

il

Regione Marche, autobus e pensilina (Il Martino - ilmartino.it -)

ANCONA – La Regione Marche rende noto, tramite comunicato, che l’investimento per il trasporto pubblico locale ha come obiettivo quello di rafforzare la sicurezza dei passeggeri, puntando su una riqualificazione delle fermate di trasporto pubblico locale (Tpl) che segnalano maggiori criticità, realizzandone anche delle nuove nelle zone del sisma.

Il programma di interventi può contare su un milione di euro del Piano investimenti 2019-2021 che destina 43 milioni al miglioramento dei servizi del Tpl, al quale se ne aggiungono altri 230 mila stanziati dall’ordinanza 553/2018 per realizzare la rete dei trasporti nelle oltre 200 aree Sae (Soluzioni abitative in emergenza) allestite nelle Marche.

I Comuni interessati saranno invitati ad aderire, contando sulle risorse regionali che copriranno totalmente le spese di progettazione ed esecuzione di opere, a tutti gli effetti, di urbanizzazione primaria. Contenuti, criteri e modalità del programma di investimenti sono stati illustrati dall’assessore regionali ai Trasporti.

Il cronoprogramma prevede, entro il mese, la ricognizione nelle aziende, a giugno la richiesta ai Comuni di manifestare l’interesse, a ottobre l’approvazione della graduatoria per assegnare i contributi e, a gennaio 2020, l’inizio dei lavori. La stima indica un costo di 8/10 mila euro a fermata, sufficiente a garantire 150 nuove realizzazioni sul totale di 7.850 esistenti.

Ognuno dei cinque bacini provinciali avrà una lista di cento criticità, dalla quale verranno proposte ai Comuni gli interventi prioritari su cui investire e aderire (se, d’interesse, anche in cofinanziamento, per migliorare le opere di urbanizzazione accessorie alla fermata).

Nelle zone terremotate gli interventi riguarderanno, principalmente, Camerino: segnala il maggior numero di aree Sae, con una ridistribuzione dei quartieri che necessita di nuovi collegamenti pubblici. Sono previste tre tipologie di investimenti, con una spesa massima di 20 mila euro a fermata: minimale (solo segnaletica verticale), ordinaria (con marciapiede rialzato e accesso ai disabili), completa (corredata con pensilina, sedute e dispositivi intelligenti di Infomobilità).

Angelo Sciapichetti (Il Martino - ilmartino.it -)

Angelo Sciapichetti

L’assessore ai Trasporti ha citato i 28 milioni, nel triennio, destinati alle aziende di trasporto per il rinnovo del parco automezzi che, nelle Marche, ha una vetustà media di 14 anni. Ha poi anticipato, mercoledì prossimo, un incontro per la ripartizione del Fondo nazionale che rischia di penalizzare, ancora una volta, le Marche. Basata sulla spesa storica, colloca la Regione all’ultimo posto, con un’assegnazione di 68 euro ad abitante, nonostante un servizio – ha detto – che non ha nulla da invidiare a realtà che percepiscono più fondi. La richiesta delle Marche sarà quella di contare sulla somma riconosciuta alla penultima, pari a 82 euro pro capite, che permetterebbe di offrire – conclude il comunicato – un servizio di trasporto pubblico ancora più efficiente.

Ancona

Coronavirus: 7 positivi nell’ascolano

11 positivi nella Regione Marche

Published

il

Il Gores della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1135 tamponi: 687 nel percorso nuove diagnosi e 448 nel percorso guariti. I positivi sono 11 nel percorso nuove diagnosi: tre in provincia di Pesaro Urbino, sette in provincia di Ascoli Piceno e uno in provincia di Macerata. Questi casi comprendono rientri dall’estero, soggetti sintomatici, asintomatici contatti di casi positivi e screening ambiente di lavoro.

Continua a leggere

Ancona

Regione Marche. Rientri da Spagna, Croazia, Malta e Grecia

A seguito dell’ordinanza del Ministero della Salute

Published

il

L’ordinanza del Ministero della Salute n. 27007 dell’11 agosto 2020 ha previsto per i rientri da Grecia, Spagna, Croazia e Malta avvenuti dal 13 agosto in poi (esclusi quelli avvenuti precedentemente) l’obbligo del test molecolare o antigenico da effettuarsi con tampone entro 48 ore dall’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine e, in attesa, l’obbligo dell’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Le misure si applicano esclusivamente ai cittadini che provengono dai Paesi esteri sopra menzionati.

L’Azienda Sanitaria Unica Regionale, a seguito dell’ordinanza diramata stamane, ha già fornito ai propri territori e alle strutture interne ed esterne le indicazioni necessarie per predisporre percorsi chiari e di facile accesso ai cittadini.

Nello specifico, i cittadini che rientrano da questi Paesi potranno contattare telefonicamente e via email gli Uffici Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) e i Dipartimenti di Prevenzione del proprio territorio di residenza, trovando  tutte le informazioni  sul sito www.asur.marche.it.

Continua a leggere

Ancona

Raddoppiano i positivi nelle Marche

Sono 32 oggi secondo il Gores

Published

il

Il Gores ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1280 tamponi: 681 nel percorso nuove diagnosi e 599 nel percorso guariti. I positivi sono 32 nel percorso nuove diagnosi: 19 in provincia di Pesaro Urbino, 6 in provincia di Ascoli Piceno, 4 in provincia di Ancona, uno in provincia di Macerata e 2 fuori regione. Questi casi comprendono rientri dall’estero, soggetti sintomatici, asintomatici contatti di casi positivi, contatti domestici e screening ospiti strutture residenziali.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone