Perde il lavoro. Si impicca

Gesto di estrema disperazione

Un gesto di estrema disperazione è stato compiuto all’interno della propria abitazione di Atri da una donna di 55 anni.

La perdita del lavoro e la difficoltà di mandare avanti la famiglia e le sue due figlie è alla base del suicidio della donna.

E’ entrata nel “ripostiglio” della sua abitazione e si è impiccata.

Così è stata trovata da una delle sue figlie che, nella disperazione, ha chiamato i soccorsi.

Il corpo medico, però, ha potuto solamente constatare il decesso della donna.

Un altro suicidio per la perdita del lavoro.

L’impossibilità di non poter sfamare la propria famiglia e il rimanere sola senza intravedere un piccolo spiraglio per risolvere il problema, la depressione ed infine il dramma.

Una situazione che, purtroppo, accade spesso.

Riflettiamoci un attimo