fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Scerne di Pineto, flash mob di FdI davanti alla sede del Mercatone Uno

Published

on

flash mob Fratelli d'Italia Mercatone Uno

TERAMO – Anche i dirigenti ed i militanti locali hanno aderito alla manifestazione organizzata da Fratelli d’Italia su tutto il suolo nazionale, per accendere i riflettori sulla crisi che attanaglia diverse aziende del Paese. In particolare “Mercatone Uno”, che ha chiuso i battenti da un giorno all’altro avvisando i dipendenti con un messaggio sul cellulare. Capitanati da Giorgia Meloni, che ha sfilato sotto la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, gli esponenti del partito hanno manifestato in diverse città.

A Scerne di Pineto, di fronte alla sede di Mercatone Uno, i militanti hanno srotolato uno striscione che recitava: <<la crisi non va in vacanza>>. <<Il nostro Partito scende in piazza contemporaneamente in tutta Italia per una serie di manifestazioni davanti ai siti produttivi di aziende in crisi – dichiara Marilena Rossi coordinatrice Provinciale di Fratelli d’Italia – Ogni realtà territoriale di Fratelli d’Italia ha scelto una delle aziende per le quali è stato istituito un “tavolo di crisi” nazionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico: ne esistono quasi duecento, con quasi trecentomila lavoratori a rischio e quasi seicentomila nell’indotto. È questo il cuore della crisi industriale che il Ministero non riesce a gestire. Ma la maggior parte di questi 200 tavoli, che riguardano aziende medio grandi, a oggi non sono neanche mai stati riuniti dal dicastero di Luigi Di Maio. Il Ministero al massimo ha predisposto la proroga della “cassa integrazione” in attesa di “accompagnare” i lavoratori verso il “reddito di cittadinanza>>”.

<<Per noi di Fratelli d’Italia non servono politiche passive di accompagnamento verso il reddito di cittadinanza ma politiche attive di impresa per prevenire e salvaguardare il tessuto produttivo. Bisogna strutturare un sistema che incentivi la reindustrializzazione, preservando il tessuto imprenditoriale dando l’unica risposta che gli italiani vogliono: il lavoro>> dichiara Francesco Di Giuseppe Vice Presidente di Gioventù Nazionale e dirigente nazionale di FdI.

<<Chiediamo la creazione di un “pronto soccorso aziendale” va istituita una nuova Struttura Crisi di Impresa: un coordinamento stabile tra Mise, Regione, Associazioni di impresa e Sindacati non solo per gestire le emergenze ma per prevenire le crisi, utilizzando appieno i fondi europei e gli altri strumenti finanziari di cui spesso gli attori, anche pubblici, non sono a conoscenza. Questo consentirebbe di arrivare in  tempo, prima che i danni aziendali e occupazionali diventino irrecuperabili. Inoltre riteniamo assolutamente necessario che l’Italia ottenga una Commissario con delega economica produttiva nella nuova Commissione europea e denuncia la politica di nuova sudditanza, rinunciataria e minimalista che sembra profilarsi in sede europea>> conclude Di Giuseppe.

Anche la federazione provinciale di Ascoli Piceno ha aderito all’iniziativa. <<Come già ampiamente indicato dall’Unione Regionale dei Commercialisti delle Marche, Fratelli d’Italia vuole sostenere il rilancio dell’economia favorendo la ripresa dei territori devastati dal terremoto e da una ricostruzione ferma da due anni a causa della totale incompetenza dei commissari Errani prima e De Micheli dopo e dall’assenza di qualsivoglia iniziativa del presidente della regione Ceriscioli>> commenta il segretario provinciale Luigi Capriotti.

<<A tal proposito e in riferimento alle problematiche del nostro territorio i i gruppi consiliari di Fratelli d’Italia presenteranno mozioni affinché i Comuni prendano l’impegno di sostenere presso il Governo misure di sostegno come il Credito dì imposta “MEZZOGIORNO” per nuovi investimenti in macchinari, impianti e attrezzature, l’attivazione di una misura agevolativa nazionale per l’erogazione di contributi a fondo perduto per supportare interventi finalizzati al rilancio del patrimonio culturale e turistico, l’attivazione di una zona franca urbana e di una zona economica speciale>>.

<<Soprattutto – conclude Capriotti – è essenziale che l’Unione europea inserisca tutti i Comuni del cratere nella prossima “Carta degli aiuti a finalità regionale 2021/2027” per consentire l’attivazione di specifiche agevolazioni finanziarie>>.

Ascoli Piceno

Quintana di Ascoli Piceno, vince Innocenzi per il sestiere Porta Solestá

Published

on

Ascoli Piceno

ASCOLI PICENO – Il cavaliere di Foligno Luca Innocenzi ha vinto per il sestiere di Porta Solestá la giostra della Quintana corsa ieri pomeriggio ad Ascoli Piceno in onore di Sant’Emidio, patrono della città. Per il folignate è il 15/o successo alla giostra ascolana, il 33/o per Solestá.

Come riporta l’Ansa, in sella a Trentino, purosangue inglese di 7 anni all’esordio ad Ascoli, Innocenzi ha vinto con 2.048 punti (9 centri) precedendo Lorenzo Melosso di Porta Romana (2.026); terzo è giunto il vincitore della Quintana di luglio Massimo Gubbini di Porta Tufilla (2.024), quarto Pierluigi Chicchini di Sant’Emidio (1.974), quinto Mattia Zannori di Porta Maggiore (1.926), sesto Nicholas Lionetti per la Piazzarola (1.242).

La giostra andata in scena al campo dei giochi dello Squarcia è stata preceduta dal corteo composto da oltre 1.200 figuranti in costume del Quattrocento che, benché partito in ritardo a causa della pioggia battente, al ritmo scandito dai tamburi e dalle chiarine ha attraversato il centro storico della città delle cento torri riscuotendo applausi dai tantissimi spettatori presenti lungo il percorso tra cui molti turisti, con larga rappresentanza estera di persone provenienti in particolare da Belgio e Olanda. In testa nei panni dell’araldo il presentatore della Rai Massimiliano Ossini.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Tragedia a Ripatransone, schianto tra un furgone e un’autocisterna: morto un 39enne

Published

on

schianto furgone autocisterna muore Bernardino Bollettini

RIPATRANSONE – Tragedia questa mattina poco prima delle 11, quando si è verificato un pauroso incidente lungo la strada provinciale Valtesino, in zona Vigna. Per cause ancora in fase di accertamento, un furgone ha invaso la corsia opposta, schiantandosi frontalmente contro un’autocisterna che proveniva dal senso opposto. In seguito allo scontro, ha perduto la vita l’uomo alla guida del mezzo più leggero, Bernardino Bollettini, di 39 anni.

“Bolla”, molto noto e amato, era originario di San Benedetto del Tronto, ma da qualche tempo si era trasferito a Grottammare. Tuttavia era conosciuto e stimato anche altrove, grazie alla sua passione per lo sport e al suo passato da calciatore, che lo aveva portato a vestire le maglie di diverse squadre delle categorie dilettantistiche. Sui social in queste ore si stanno accumulando centinaia di messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia.

Probabilmente da imputare ad un malore, l’incidente in cui ha perso la vita questa mattina. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118, due pattuglie dei carabinieri di Cupra Marittima e i Vigili del Fuoco del distaccamento di San Benedetto del Tronto, che hanno provveduto ad estrarre i conducente dei due mezzi incidentati. Per Bernardino Bollettini, che si trovava alla guida del furgone che ha impattato violentemente contro l’autocisterna, non c’è stato nulla da fare, mentre l‘autista del mezzo pesante è rimasto illeso.

L’autocisterna trasportava benzina e se non altro non è scoppiato un incendio in seguito all’incidente, che avrebbe potuto renderne ancor più tragico il bollettino. Oltre alle operazioni di messa in sicurezza da parte delle forze dell’ordine, una ditta specializzata si è occupata di travasare in un’altra cisterna il carburante.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Malore in mare al largo di San Benedetto, 17enne portato in salvo dalla Guardia Costiera

Published

on

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Operazione di soccorso della Guardia Costiera sambenedettese, ieri pomeriggio intorno alle 18. Durante la traversata da Ancona a Corfù su un traghetto battente bandiera greca, un ragazzo di 17 anni ha accusato un malore, che richiedeva un intervento di tipo sanitario, al largo di San Benedetto.

Immediatamente, la segnalazione è arrivata alla Capitaneria di Porto, che ha messo in mare una motovedetta, subito dopo aver ricevuto l’autorizzazione al trasporto senza la necessità di personale sanitario a bordo dal Centro Internazionale Radio Medico, preposto all’assistenza sanitaria in mare da remoto.

Nel frattempo l’imbarcazione su cui si trovava il ragazzo, ha compiuto una manovra di avvicinamento alla costa, per facilitare i soccorsi. Il trasbordo è avvenuto a circa venti chilometri al largo.

Anche se le operazioni di recupero sono state leggermente complicate dall’imbrunire, nel giro di mezz’ora i militi della Guardia Costiera hanno riportato a San Benedetto il ragazzo colpito da un malore su un traghetto diretto a Corfù. A terra, ad attendere la motovedetta sulla banchina, un’ambulanza del 118 che ha immediatamente trasportato il diciasettenne in ospedale, per gli accertamenti.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.