fbpx
Connect with us

Abruzzo

Meritocrazia Italia, la Direzione Nazionale e i responsabili regionali

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo:

A poco meno di un mese dalla conclusione del primo Congresso Nazionale, tenutosi ad Ischia il 6 e 7 settembre, Meritocrazia Italia ha celebrato a Roma, nei giorni 4 e 5 ottobre 2019, la Direzione Nazionale.

I Dirigenti, nel solco del DNA della Associazione, codificato dalla Mozione del Presidente al Congresso, hanno deliberato di dare concreta attuazione agli impegni assunti ad Ischia, facendosi promotori di proposte di Legge, iniziative ed azioni pubbliche di sensibilizzazione, da veicolare presso le Istituzioni governative, parlamentari e presso gli enti periferici preposti.

In ragione di ciò, sono state trasfuse, le 14 Mozioni presentate dai Dipartimenti e dai Coordinamenti regionali in sede congressuale, nel Primo Programma Annuale di Meritocrazia Italia che impegnerà l’Associazione per il prossimo anno.

Al contempo la Dirigenza auspica la nascita di una nuova e consapevole formazione politica della Società Civile, cui l’Associazione rivolge l’invito a riavvicinarsi alla vita Pubblica.

Per tale motivo, sotto la Direzione dell’Avv. Alfonso Quarto, è stata istituita “CREA“: la Scuola di Formazione Politica di Meritocrazia Italia, che vanta come Vicepresidente l‘Avv. Donato Pennetta, e come Direttore Scientifico il Prof. Riccardo Resciniti, Ordinario di Management e Marketing Internazionale presso la LUISS e l’Università del Sannio e Presidente di SIM (Società Italiana Marketing).

La Direzione Nazionale, guidata dal Presidente Avv. Walter Mauriello, ha ribadito che, in un’epoca oramai post-ideologica, vi è la necessità di uno spazio di confronto dialettico e progettuale dove cercare le soluzioni ai reali problemi del Paese; un luogo dove la società Civile e le innumerevoli competenze dell’Italia possano operare – “senza fretta ma senza sosta- nel solco di una idea che si fonda sulla mediazione ed il confronto e che rifiuta di trasformare le questioni concrete in problemi ideologici” .

Al termine di una densa due giorni di lavoro, è stato, infine, istituito “l’Osservatorio sulla Meritocrazia“, allo scopo di verificare e veicolare “contro nessuno ed a favore del Paese”, la concreta applicazione del Merito nel nostro Paese.

Al lavoro a Roma erano presenti

L’Ufficio di Presidenza:

–       Presidente – Walter Mauriello

–       Vicepresidente – Antonino Raffone

–       Segretario – Annamaria Bello

–       Consigliere – Alfonso Quarto

–       Consigliere Aurelia Zicaro

–       Consigliere Paolo Patrizio

–       Consigliere Alessia Fachechi

–       Consigliere Andrea Chiamenti

Il Garante Leonardo Allegrezza

 tutti i Responsabili dei Dipartimenti:

–       Ambiente ed Energia –   Francesco Mazza,

–       Evoluzione Legislativa della P.A.- Giacomo Papa,

–       Tasse e Tributi – Mimmo Napoletano,

–       Pari Opportunità – Manuela Ferri,

–       Politiche Sociali e del Lavoro – Giuliana Albarella,

–       Università e Formazione-   Alessia Fachechi,

–       Proposte Normative – On. Catello Vitiello

–       Sanità – Antonella Oriunno

–       Nuove Tecnologie – Chiara Romano

–       Marketing e sviluppo strategico – Riccardo Resciniti

–       Fondi Europei e Statali – Mariamichaela Livolti

–       Piattaforma WEB – Arte e Cultura –   Nicola Adile Diego Vacca

–       Osservatorio Meritocrazia – Roberta Mongillo

–       Osservatorio situazioni di crisi – Filomena Di Mezzo

–       Diritti Civili e Cittadinanza – Aurelia Zicaro

–       Turismo, Beni Storici e Archeologico – Tina Monti

–       Dipartimento Giovani – Andrea Vaccarella

–       Rapporti con il Parlamento e le Istituzioni Politiche – Pasquale Sergio

–       Rapporti Internazionali – Maryna Vahabava

–       Rapporti con la stampa – Antonella Panico e Annamaria Natalicchio

–        

Erano presenti, altresì, i Coordinatori Regionali:

–       Abruzzo Resp. Manager Micaela De Cicco,

–       Calabria Resp. Avv. Amalia Simari,

–       Campania Resp. Avv. Marilena De Rosa

–       Emila Romagna – Cristina Battilega

–       Lazio – Luca di Fazio

–       Lombardia – Federico Milani

–       Marche Resp. Avv. Valeria Marinuk 

–       Molise Resp. Avv. laura Di Padova,

–       Piemonte – Massimo Gotta

–       Trentino Alto Adige – Alessia Chilovi

–       Veneto – Daisy Ibama Orozco

L'Aquila

Condannato per mafia a Messina, raggiunge Sulmona e si consegna al 112

Pubblicato

il

Un uomo che deve scontare una pena residua di 7 anni di carcere per reati di mafia, ha raggiunto Sulmona, ha chiamato i Carabinieri e si è lasciato arrestare.

L’AQUILA – Pur non avendo legami diretti con Sulmona, un uomo di 38 anni originario di Messina, condannato per reati di mafia, ha deciso di consegnarsi ai Carabinieri nel territorio peligno.

La notte scorsa infatti è giunta una telefonata al 112. Il militare in servizio presso la centrale operativa ha ascoltato l’uomo raccontare di essere stato condannato al carcere in via definitiva. Il trentottenne ha spiegato al carabiniere dove si trovava, poi si è messo in attesa della pattuglia.

Una volta sul posto, i militari intervenuti hanno constatato che quanto sosteneva corrispondeva al vero. L’uomo è stato condannato ad 8 anni di reclusione dal Tribunale di Messina per resti di mafia commessi tra il 2012 ed il 2019, ha già scontato un anno, mentre il resto della pena lo sconterà nel carcere di massima sicurezza di Sulmona, dove si è consegnato ai Carabinieri.

I militari hanno informato della vicenda il Tribunale di Messina.

Continue Reading

Pescara

E’ scomparsa Lucia Spadano, fondatrice della rivista Segno, il cordoglio dell’OdG

Pubblicato

il

lucia spadano

Riceviamo e pubblichiamo il messaggio di cordoglio che il presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, Stefano Pallotta, ha dedicato alla scomparsa di Lucia Spadano.

PESCARA – «Lucia Spadano, fondatrice e direttrice della rivista di arte contemporanea Segno e iscritta all’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo dal 19 gennaio 1984, ci ha lasciati questa mattina.

Una dedizione al lavoro lunga tutta una vita, la rivista Segno è stata fondata nel mese di ottobre del 1976, che l’ha vista protagonista in Italia e all’estero in un ambito giornalistico, 

quello dell’arte contemporanea, in cui è sempre difficile emergere e confermare le proprie qualità.

A suo marito Umberto, ai figli, il saluto dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo e un grazie per il contributo generoso all’emancipazione culturale della nostra regione».

Stefano Pallotta

Continue Reading

Chieti

Minorenni attaccati alle slot machine: sanzioni per 50 mila euro nel vastese

Pubblicato

il

minorenni slot machine chieti

Due sale scommesse della provincia di Chieti sono state chiuse per 15 giorni dopo che al loro interno sono stati sorpresi alcuni minorenni intenti a giocare alle slot machine, mentre un noto night club è stato chiuso dal momento che la maggior parte dei figuranti lavorava in nero.

CHIETI – Polizia, Asl ed Ispettorato del Lavoro hanno fatto scattare una serie di controlli in tutta la provincia per verificare il rispetto delle regolarità amministrative negli esercizi pubblici. In tale contesto, due sale scommesse hanno ricevuto un decreto di sospensione, dopo che sono stati sorpresi alcuni minorenni intenti a giocare alle slot machine.

In seguito alle verifiche della Squadra Amministrativa della Polizia di Stato di Chieti, unitamente al personale dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Lanciano e Vasto, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Chieti-Pescara e del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asl, sono state emanate sanzioni per circa 50 mila euro.

In un centro scommesse della provincia di Chieti, oltre alla presenza di minorenni attaccati alle slot machine, le forze dell’ordine hanno riscontrato anche somministrazione di bevande in assenza della prescritta SCIA e l’arbitraria apertura di un ulteriore ingresso non visibile sulla pubblica via che impediva, di fatto, la sorvegliabilità dell’esercizio.

Contestualmente, è scattata la sospensione d’attività anche per un noto night club, per gravi violazioni del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza dei Luoghi di Lavoro. La maggior parte delle figuranti di sala, infatti, lavorava in nero e il datore di lavoro non aveva provveduto alla redazione del documento di valutazione dei rischi, inadempienza gravissima data la sua funzione preventiva degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.