fbpx
Connect with us

Abruzzo

Agricoltura, Dino Pepe: “Giunta Regionale molto Imprudente!”

Published

on

TERAMO – “L’assessorato all’Agricoltura è nel caos e in ritardo su ogni fronte” dichiara il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe. “Tanti inoltre si lamentano dell’assenza dell’Assessore Emanuele Imprudente sia sul territorio che presso la sede del Dipartimento di Pescara!”.

In questa situazione a rimetterci è il mondo dell’agricoltura abruzzese che ancora non riceve nessun aiuto concreto per la crisi economica causata dalla pandemia” prosegue l’ex Assessore Regionale all’Agricoltura della passata Giunta. “Gli allevatori sono abbandonati a se stessi mentre altre regioni hanno assegnato contributi a capo. Non va meglio nemmeno ai produttori vitivinicoli, che non hanno avuto alcun aiuto per lo stoccaggio del vino, e agli altri comparti del settore agricolo che patiscono i ritardi, per non dire l’indifferenza, da parte della Giunta guidata dal romano Marsilio”.

In questo scenario di incertezza il “bando covid”, con una dotazione di 9,5 milioni di euro, è stato un vero flop e ancora non si conosce la destinazione delle ingenti risorse avanzate a causa di un bando mal concepito che ha impedito a tanti soggetti di partecipare. Pandemia a parte, in questi due anni di “governo Imprudente”, il settore agricolo è rimasto in un vero e proprio limbo in Regione: non vi è stata nessuna ristrutturazione del dipartimento né alcuna modifica del Programma di Sviluppo Rurale (PSR), per non parlare delle promesse mai mantenute sul contrasto dei danni causati a produttori ed allevatori dalla fauna selvatica!” rincara Pepe. 

Nel corso della campagna elettorale delle Regionali del febbraio 2019 si sono sprecati fiumi di parole e soprattutto di promesse mancate. A dicembre 2020 la spesa del PSR restava ancora al di sotto del 50% (neanche la metà!), ovvero 10 punti percentuale sotto la media nazionale! Pochissimi i nuovi bandi pubblicati dal febbraio 2019! Le risorse per la viabilità rurale dell’area cratere sono state bandite solo nel 2021, ovvero a 4 anni dal disastro, nonostante la provvista di 46 milioni aggiuntivi fosse stata assicurata dalla Giunta regionale precedente. Relativamente poi alle nuove strategie che riguardano le risorse 2021/22 nessun confronto, dibattito, approfondimento né con le opposizione, né tantomeno con le parti in causa!” prosegue il Vice Capogruppo Regionale del Partito Democratico. “E intanto, nel totale immobilismo della maggioranza di centrodestra e dell’Assessore Imprudente, il Dipartimento di Pescara si svuota: gli istruttori per analizzare le domande di finanziamento sono ridotti all’osso e ritardi inaccettabili a livelli di emergenza! Proprio questa appare la vicenda più grave, quella legata ai ritardi nelle istruttorie e nella pubblicazione delle graduatorie che bloccano un settore già in ginocchio. Che fine hanno fatto la misura 4.1.1. “sotto soglia” chiusa nel dicembre 2017?  La misura 4.1.1 “terzo sportello terremoto” chiuso a ottobre 2019? Le istruttorie del pacchetto giovani di giugno 2020? Le istruttorie relative al bando per l’agriturismo di novembre 2020? E le istruttorie delle filiere? Le macro filiere del settore olio e del settore ovicaprino sono state abbandonate a sé stesse cosi come tutte le micro filiere”.

L’accelerazione tanto strombazzata ai quattro venti insomma non c’è stata! Anzi, probabilmente si è verificato un rallentamento e non si ha traccia di una strategia, una politica della Giunta Regionale del settore primario. Come si pensa di spendere 60 milioni entro il 2021 in soli 9 mesi? Finora Marsilio e i suoi hanno scaricato tutto sulle giunte precedenti, ma adesso, dopo due anni, sarebbe infantile continuare con queste giustificazioni. Non ci crede infatti più nessuno!! In campagna elettorale avevano promesso velocità, meno burocrazia, riduzione dei cinghiali!! Invece dopo due anni regna la delusione e lo sconforto nell’agricoltura abruzzese…e non solo” conclude Dino Pepe.

Abruzzo

Risolto l’annoso problema dell’illuminazione all’ITC di Nereto

Published

on

NERETO – Risolto un annoso problema dell’Istituto “Peano” di Nereto. La struttura scolastica era dotata di pochi punti di illuminazione esterna e anche mal funzionanti, confinando con un parco – di sera totalmente al buio – e con strutture sanitarie, questa circostanza non garantiva condizioni di sicurezza nè per gli studenti nè per i cittadini visto che la scuola è circodata da abitazioni.  “Abbiamo sostituito il vecchio impianto di illuminazione aumentanto il numero dei punti luce, adesso, anche di sera è garantita visibilità e sicurezza considerato che la palestra della scuola è frequentata anche da associazioni sportive che vi si allenano – spiega il consigliere delegato al Patrimonio, il vicepresidente Luca Frangioni – ci apprestiamo a sistemare gli impianti anche del Liceo in maniera da completare un intervento sollecitato da anni dai dirigenti scolastici e dalle famiglie”.

Continue Reading

Abruzzo

Grande cordoglio e commozione per la tragedia dell’asilo dell’Aquila

Published

on

L’AQUILA – “Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l’approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità. Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l’evolversi della situazione”, ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

“Mi stringo con profonda commozione al dolore delle famiglie e della comunità scolastica”. Così il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. Il ministro ha contattato la dirigente dell’istituto per trasmetterle la sua vicinanza e il suo cordoglio.

“Mi stringo con sincera e profonda vicinanza alle famiglie colpite dall’ improvviso e tragico incidente che si è verificato oggi pomeriggio a L’Aquila nell’asilo Primo Maggio. Anche da genitore mi risulta inimmaginabile cosa stiano provando i familiari dei piccoli, un dolore troppo grande, una sorte ingiusta”. Lo afferma l’assessore regionale Guido Liris.

“Sono profondamente addolorato – ha detto il indaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, subito dopo avere visitato il luogo dell’incidente -, non riesco neppure a immaginare il dolore che stanno provando i genitori dei bambini feriti. Da padre e da rappresentante delle istituzioni sono sgomento. È una notizia terribile: speriamo e preghiamo che il bilancio non si aggravi”. Proclamato il lutto cittadino.

“Esprimiamo il nostro cordoglio più forte a tutta la comunità dell’Aquila, alla scuola dell’infanzia, alle famiglie e ovviamente alla mamma e al papà del bimbo deceduto”, ha detto nell’Aula della Camera Paolo Siani, deputato del Pd. Al cordoglio di Siani si sono associati anche altri deputati di diversi gruppi parlamentari.

Anche il segretario generale Michele Lombardo esprime il cordoglio e il dolore suoi personali e di tutta la Uil Abruzzo per la tragedia dell’asilo di L’Aquila: “Non ci sono parole per esprimere il nostro sgomento, nella triste certezza che la morte innocente di un bambino è quanto di più misterioso la vita ci pone davanti. Si tratta di una tragedia immane, che colpisce in primo luogo le famiglie coinvolte, ma anche la comunità scolastica, la città di L’Aquila e l’Abruzzo intero. Vogliamo esprimere la nostra sincera vicinanza ai familiari colpiti in questo momento difficile, e la solidarietà alla comunità aquilana”.

“Provo un dolore fortissimo per quanto avvenuto oggi, nel primo pomeriggio, nella scuola dell’infanzia “I Maggio” a Pile. Una tragedia che colpisce nel profondo, che lascia sbigottiti”. E’ quanto scrive in un comunicato diffuso poco fa dal Segretario regionale dell’Udc Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio, non appena appresa la notizia di quanto avvenuto nel giardino della scuola, alle porte de L’Aquila nella quale ha perso la vita un bimbo di sei anni e altri sei sono rimasti feriti, travolti da un auto che si è sfrenata, finendo sui piccoli. “Sono vicino ai genitori dei bambini che in questo momento stanno vivendo ore d’angoscia – prosegue Di Giuseppantonio -. A nome dell’Udc che rappresento, esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia del piccolo che è deceduto e mi unisco al lutto cittadino proclamato dal Sindaco del capoluogo di regione, Pierluigi Biondi”.

Continue Reading

Abruzzo

Ritrovato in Val Vomano il 75enne di Giulianova scomparso

Published

on

GIULIANOVA – Lo hanno ritrovato in discrete condizioni mentre vagava in Val Vomano, l’uomo di 75 anni residente a Giulianova, che ieri aveva fatto perdere le sue tracce dopo essere stato avvistato l’ultima volta in un bar di Torricella Sicura (Te). 
Stamattina la Prefettura di Teramo ha attivato anche il Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, che è intervenuto con una squadra di terra e una Unità Cinofila molecolare ANC per dare supporto alle operazioni di ricerca dell’uomo affetto da Alzheimer. 

Hanno partecipato due cani molecolari, uno abruzzese e un’altro arrivato dalle Marche, attivato dal nazionale, e un cane da ricerca in superficie, con l’ausilio di due operatori di ricerca dell’Associazione Nazionale Carabinieri Abruzzo, nucleo di Chieti. 
Infallibile il fiuto dei cani molecolari del Soccorso Alpino che, come dimostrato dai filmati di alcune telecamere di sicurezza, hanno subito condotto sulle tracce dell’uomo.
Solo nel fine settimana sono stati una decina gli interventi delle squadre abruzzesi del Soccorso Alpino e Speleologico, per trarre in salvo escursionisti ed alpinisti feriti o in difficoltà sia sul Gran Sasso, che sulla Majella.

Alcune squadre del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese sono inoltre intervenute a supporto delle forze dell’ordine durante la tappa di Blockhaus del Giro d’Italia.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.