Le Marche nella Top Destination 2020: seconda regione al mondo

LONDRA – Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche, ha ricevuto lo scorso martedì sera, 5 novembre, il badge ufficiale Top Destination 2020 per le Marche.

La regione, come è noto, secondo la prestigiosa pubblicazione Best in Travel di Lonely Planet è risultata al secondo posto della lista delle dieci regioni in tutto il mondo che il prossimo anno meritano una visita.

‘È stato un momento emozionante – ha commentato Ceriscioliricevere questo attestato dal responsabile per l’Area Europa di Lonely Planet, David Read e poter esprimere il ringraziamento delle Marche davanti a una platea di ospiti da tutto il mondo, per questo prestigioso riconoscimento che useremo come ‘certificazione di bellezza e accoglienza‘ nella nostra comunicazione promozionale turistica. Non è un riconoscimento scontato, tutt’altro. Siamo orgogliosi, perché stare tra le 10 più importanti mete turistiche mondiali consigliate per il 2020 da una delle più autorevoli guide in materia di viaggi e vacanze, significa essere un’eccellenza.

Consegna, Luca Ceriscioli

Vuol dire aver lavorato bene per affermare con successo la nostra offerta turistica complessiva: dalla bellezza dei nostri luoghi (dalle città, ai paesi, ai borghi, ai paesaggi, alla natura incontaminata dei parchi), alla ricchezza diffusa della nostra cultura, alla bontà e alla genuinità dei nostri cibi, alla ricchezza dei prodotti delle nostre manifatture, all’ospitalità della nostra gente, all’elevata varietà dei servizi di accoglienza’.

Ricordiamo – sottolinea il comunicato della Regione – la motivazione con cui Lonely Planet ha riconosciuto le Marche Top Destination 2020:

‘Anche se spesso i riflettori puntano sulla vicina Toscana, le Marche hanno un’offerta turistica altrettanto ampia. Paesini abbarbicati sulle colline, ricchezza di tipicità enogastronomiche, splendidi paesaggi rinascimentali e spiagge invitanti e ancora non invase dai turisti. Nel 2020 tutta l’attenzione sarà rivolta su Urbino, la città più pittoresca delle Marche, per le celebrazioni del 500° anno dalla morte di Raffaello’.

Best in Travel è il più importante progetto annuale di Lonely Planet a livello globale, promosso in tutto il mondo attraverso il proprio network. Il progetto si sviluppa attraverso la pubblicazione di una guida tradotta in 6 lingue (inglese, francese, italiano, tedesco, spagnolo e russo) e un analogo contenuto digitale con una copertura complessiva di 11 lingue.

La pubblicazione ogni anno mappa il meglio tra destinazioni sconosciute e mete che vale la pena riscoprire. Ogni edizione racchiude 30 luoghi, equamente divisi tra Paesi, Città e Regioni, selezionati dai collaboratori delle guide sparsi in tutto il mondo. (ad’e)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here