fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Samb-Fermana: tutti i precedenti

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventesima gara ufficiale tra le due squadre considerando il campionato, le coppe e una gara di Campionato poi annullata dalla federazione per l’esclusione dei “canarini” per inadempienze finanziarie.

Il bilancio complessivo è a favore dei rossoblù con 13 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte.

Dopo la gara del 3 gennaio 1932 in seconda divisione (4° livello) vinta dalla Samb 3-0 ma poi annullata per l’esclusione dal torneo dei canarini per inadempienze finanziarie, e la vittoria dei gialloblù 1-0 il 10 dicembre 1933 grazie alla rete di Mazzoleni alla fine del primo tempo, si deve ricordare la larghissima vittoria 7-0 del 5 gennaio 1947 sul terreno innevato del “Massì Marchegiani” (il futuro “Fratelli Ballarin”): dopo la rete di Flammini al 35° del primo la vittoria “lievita” nel secondo tempo quando, nella Samb del dottor Panfili e di mister Moretti, vanno a segno Ferrari (doppietta), Piccinini, Paci (Barò) e Cammoranesi (doppietta). In quel torneo la Samb vincerà TUTTE le gare casalinghe.

La stagione seguente, alla fine dello stesso anno, il 28 dicembre 1947, la Samb guidata da Alfredo Notti (giocatore e allenatore) chiude la pratica dopo 44 minuti con le reti di Ferrari, la doppietta di Flammini e la rete di Varoli, 4-0.

Vittoria 3-1 il 6 maggio 1951 con il piemontese Valeriano Ottino nella duplice veste di giocatore e allenatore: è proprio il tecnico a siglare le tre reti rossoblù.

Vittoria 4-2 l’anno successivo, 13 aprile 1952 con mister Ottino in panca e le reti di Ghinazzi, Gigi Traini (doppietta) e Larena.

13 aprile 1952. Samb Fermana 4-2. Il primo gol della Samb con Ghinazzi.

Vittoria di misura 1-0 cinquant’anni dopo, il 20 novembre 2002, grazie alla rete di Gennaro Delvecchio a metà del primo tempo nella Samb appena tornata in C1, quella di Gaucci presidente e Colantuono-Matricciani allenatori.

Vittoria ancora larga, 5-0, il 4 aprile 2004 dei rossoblu di Salvatore Vullo. Al “Riviera” i tifosi della Samb, a fine gara, salutano la sparuta rappresentanza fermana presente in curva sud, mostrando il palmo della mano completamente aperto con il coro: “poverino canarino, canarino poverino”: per i rossoblu vanno a segno Taccucci, Esposito, Maschio (2) e Tino Borneo su calcio di rigore.

Spezza la serie di successi sambenedettesi la seconda vittoria fermana, quella di misura 0-1 del 30 gennaio 2005 contro la Samb di Davide Ballardini: realizza Smerilli a dieci minuti dalla fine.

La stagione seguente, il 9 ottobre 2005, vittoria 3-2 dei rossoblù di “Nanu” Galderisi grazie alla doppietta di Scandurra e alla rete di De Lucia.

Vittoria, quattro anni più tardi in Eccellenza, il 29 novembre 2009, nel testa a testa del “Riviera” in diretta Tv su Rai3: la Samb di Ottavio Palladini s’impone per 4-1 grazie all’autorete canarina di D’Eustacchio, intervenuto per anticipare Max Zazzetta e, dopo il pari dell’ex Claudio Cacciatori, alle reti nella ripresa di Ivan D’Angelo, Cristian Cacciatore e Menichini.

E’ vittoria, 4-0, il 9 novembre 2014 della Samb di Andrea Mosconi grazie alle reti di Davide Carteri, di Giordano Napolano (2, una su rigore) e di Ettore Padovani con il “funambolo” di Terracina che fallisce un secondo rigore tirando la sfera sul palo.

Nel giorno dell’Epifania del 2016 arriva l’unico pareggio, 1-1, in gare di campionato. La Samb di Ottavio Palladini, che vincerà a gonfie vele il torneo di serie D, dopo 60 secondi di gioco subisce la rete grazie al calcio di punizione battuto da Degano: la barriera si “apre” e Fabio Pegorin è battuto.

Passano tre minuti e i rossoblù pervengono al pareggio: Palumbo crossa dalla destra e Sabatino insacca di testa.

Il 29 dicembre 2017 Samb-Fermana torna a giocarsi in Terza Serie dopo un’assenza di dodici anni.

Quel venerdì (ultima gara del 2017) i rossoblù di mister Eziolino Capuano, con una grande prestazione, espugnano il “Riviera” dopo quasi tre mesi (8 ottobre, Samb-Santarcangelo 3-1, poi 4 pareggi e una sconfitta) e consegnano al caldissimo pubblico rossoblu la più bella prestazione casalinga dell’anno solare. Samb perfetta, magistralmente disposta in campo dal mister, nonostante le assenze di Miceli (squalificato) e Patti (infortunato), ottimamente rimpiazzati da Mattia e Di Pasquale, quest’ultimo autore di una doppietta. Rossoblù in vantaggio dopo soli 4 minuti di gioco con una “zampata” di Luca Miracoli su assist di Valente. Nella ripresa i primi due gol in rossoblù di Davide Di Pasquale, entrambi conseguenti a tiri da calcio d’angolo: Samb 3 Fermana 0 e nella bolgia del “Riviera” si festeggia l’arrivo del Nuovo Anno.

La stagione successiva, stesso periodo, 26 dicembre 2018, la Samb di Giorgio Roselli batte i gialloblu di Flavio Destro 2-0 e raccoglie l’ottavo risultato utile consecutivo.

Davanti a 4 mila spettatori la Samb inizia al “fulmicotone”: è il 20° del primo tempo quando Calderini realizza su rigore concesso per un netto fallo di mano in area: 1-0.

Passano pochi minuti e Alessio Di Massimo segna il raddoppio. E’ supremazia RossoBlu.

Nella ripresa gli ospiti hanno la grande occasione di riaprire la gara su calcio di rigore: l’estremo della Samb Fabio Pegorin fa il miracolo e para il tiro di Giandonato.

Una Samb Stoica con un Grande Eroe: Fabio Pegorin.

Guardando i numeri degli scontri in campionato risalta la supremazia rossoblù con undici vittorie su quattordici partite e un solo pari.

Un risultato di parità che, sempre in casa Samb, si è verificato due volte nelle quattro gare di coppa Italia: 1-1 il 22 agosto 2001 con i rossoblù di Giovanni Mei neopromossi in C2 (36st Delvecchio (S), 45st Mesto ) e 2-2 il 5 settembre 2004 nella “neonata” Samb di Davide Ballardini (25pt Bucchi, 12st Chiurato (S), 38st Gazzola (S), 41st Staffolani); nel mezzo, il 25 agosto 2002, il successo dei rossoblù di Matricciani&Colantuono neopromossi in C1, 1-0 (23st Pilleddu). Sempre in coppa, il 9 ottobre 2019 nell’ultimo precedente, c’è lo 0-2 della Fermana (17pt Cognigni, 19st Massimo D’Angelo). 

Luigi Tommolini

 TUTTI I PRECEDENTI IN GARE UFFICIALI IN CASA SAMB

Ascoli Piceno

Emergenza idrica ad Ascoli e Fermo: razionamenti in una ventina di località

Pubblicato

il

interruzione servizio idrico razionamenti acqua Fermo Ascoli emergenza idrica

Con l’ulteriore aggravarsi dell’emergenza idrica ad Ascoli Piceno e Fermo, la Ciip ha aggiornato l’elenco dei Comuni interessati da interruzioni della fornitura idrica.

ASCOLI PICENO – L’emergenza idrica si fa sempre più pesante nelle province ascolana e fermana e la Ciip spa, al fine di garantire un’equa distribuzione della risorsa idrica disponibile, estende i razionamenti e le interruzioni della fornitura nelle ore notturne in una ventina di località.

La decisione è stata presa alla luce dell’esito dei monitoraggi sulle condizioni di disponibilità della risorsa. Pertanto, dalle ore 22:0000 alle ore 06:00 rubinetti chiusi ad Acquaviva Picena, Ascoli Piceno, Cupra Marittima, Grottammare, Montalto delle Marche, Massignano, Monteprandone, Ripatransone, San Benedetto del Tronto, Altidona, Belmonte Piceno, Fermo, Grottazzolina, Montottone, Ortezzano, Pedaso, Castignano, Folignano, Roccafluvione, Rotella e Venarotta.

Sul sito dell’azienda, è possibile consultare la mappa dei razionamenti e consultare nel dettaglio le zone in cui le interruzioni verranno applicate.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Grottammare, stop notturno alla fornitura idrica, per far fronte all’emergenza

Pubblicato

il

Lanciano interruzione servizio idrico 21 comuni senza acqua rottura condotta Sasi

La scarsità d’acqua si fa sempre più preoccupante, pertanto la CIIP ha ampliato i termini del razionamento a Grottammare, dove a causa dell’emergenza idrica i rubinetti resteranno chiusi di notte.

ASCOLI PICENO – Da questa sera, niente acqua di notte in alcune zone della città. Lo ha stabilito la CIIP spa che, per fronteggiare la sempre più grave emergenza idrica, ha disposto una serie di interruzioni notturni all’erogazione dell’acqua a Grottammare.

Le zone interessate sono quelle del serbatoio Ferriera e del serbatoio “Vedetta picena, ovvero i quartieri del centro urbano/zona marina e il lungomare e il vecchio incasato, via Lame e traverse, via Frana e tutta la zona compresa tra la SS16 e le vie Cagliata e Toscanini. Qui, dalle 22 alle 6 rubinetti chiusi.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Piazza del Popolo affollata per il concerto di Russell Crowe | FOTO

Pubblicato

il

concerto russell crowe in piazza del popolo ascoli piceno

Nonostante il gran caldo, tanti fan hanno affollato Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno per seguire il concerto di Russell Crowe: «Sono a casa».

ASCOLI PICENO – Russell Crowe non è solo un popolare attore neozelandese, vincitore di un premio Oscar. E’ anche un talentuoso musicista e cantante, dotato di voce profonda e buona presenza scenica. Lo hanno scoperto i tanti che ieri sera, giovedì 11 luglio, hanno sfidato le torride temperature e si sono pazientemente messi in fila per seguire il suo concerto.

Prima dell’ingresso del Gladiatore la bella voce di Lorraine O’Reilly ha scaldato il pubblico. La cantante londinese ha poi accompagnato la band per tutta la durata dell’Indoor garden party. Poi l’uomo più atteso è salito sul palco. Il vecchio Russell sa come scaldare la platea: «il mio antenato è partito da qui tanti anni fa e non è più tornato. Adesso io sono a casa». Gli è bastato questo ed un semplice «Ascoli è bellissima» per stregare il pubblico, che per un paio d’ore si è lasciato coinvolgere dalla rivisitazione di grandi classici del rock, del country e del blues operata dai The Gentleman Barbers, la band che Crowe ha fondato una trentina di anni fa.

Prima di tentare la strada da attore infatti, la star neozelandese ha tentato la carriera da musicista, pubblicando qualche disco. Il lavoro nell’ambiente della musica lo ha portato sui palchi dei teatri per alcuni musical e lì è stato notato da un regista. Il resto, come si suol dire è storia. E’ stato lui stesso a ripercorrere i suoi primi passi: «Quando ancora non era un attore e tentavo di fare il musicista, andavo in giro con la mia chitarra e suonavo in giro per guadagnare qualcosa. Questa è una delle canzoni che suonavo». Ed attacca Folsom Prison Blues. Non sarà l’unica canzone di Johnny Cash ad essere riproposta.

Come lui, anche suo figlio Charles sta tentano la carriera da musicista. L’attore gli lascia il palco per un brano. La voce c’è e il ragazzo si farà, ma il carisma del padre è lontano anni luce. Mentre il concerto scivola via piacevolmente, alle spalle di Crowe e compagni vengono proiettati giochi di luce e filmati, per uno spettacolo a cura dell’attore e regista Taika Waititi (Jojo Rabbit, Thor:Love and Thunder, tra gli altri).

Tra i pezzi eseguiti, merita una citazione Let the light shine (tradotta in Lascia che la tua luce risplenda), canzone con la quale Crowe si è esibito anche sul palco di Sanremo. Il vero colpo di scena della serata però, è il brano con cui saluta tutti, italianissimo: Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri. Dunque, ricapitolando, Taika Waititi ha diretto Russel Crowe che cantava i Ricchi e Poveri in piazza del Popolo ad Ascoli Piceno: il metaverso è un concetto di cui sappiamo ancora spaventosamente poco.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.