fbpx
Connect with us

Marche

Samb: la squadra sabato sciopera contro il Matelica se Serafino non paga entro venerdì

Published

on

L’AIC e i calciatori professionisti attualmente tesserati per la S.S. Sambenedettese S.r.l., nel ribadire tutto quanto già denunciato nei precedenti comunicati, segnalano quanto segue. 

Il presidente, durante un incontro avvenuto con i calciatori la scorsa settimana, ha personalmente assicurato gli stessi che avrebbe saldato gli arretrati retributivi entro e non oltre venerdì 2 aprile p.v.

Nessun calciatore alla data odierna, nonostante le formali messe in mora, ha ricevuto il pagamento delle mensilità di novembre – dicembre 2020 e gennaio – febbraio 2021 e appare evidente, pertanto, come la società versi in una situazione di gravissima insolvenza.

Fino ad oggi l’intera rosa della Prima Squadra ha continuato ad allenarsi e a giocare con impegno e spirito di sacrificio, per rispetto verso la città e verso i tifosi, ma le difficoltà ora evidenziate stanno pregiudicando anche la serenità familiare di molti calciatori e rendono impossibile lo svolgimento dell’attività lavorativa in modo dignitoso e consono alla categoria.

Per tali motivi l’AIC e i calciatori professionisti tesserati con la società S.S. Sambenedettese S.r.l., dichiarano lo stato di agitazione e preannunciano, sin d’ora, lo sciopero per la giornata di sabato 03 aprile 2021, auspicando che la Società, posto il preavviso di sciopero, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute per tutte le mensilità ad oggi maturate, come rassicurato, entro la giornata di venerdì, in modo così da evitare l’esercizio del diritto di sciopero.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ancona

Controlli stradali a Fabriano: denunce e patenti ritirate

Published

on

carabinieri paletta posto di blocco 112

ANCONA – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Fabriano hanno effettuato una serie di controlli stradali sulle principali vie di comunicazione. In totale tre patenti sono state ritirate, due per abuso di alcol da parte del guidatore e una per possesso di droghe leggere, mentre una persona al quale era già stata revocata la licenza di guida, è stato sorpreso al volante ed è stato denunciato.

Il primo provvedimento è stato emanato nei confronti di un trentenne di origine pachistana, non provenienti dalla provincia di Ancona. Il Nucleo Radiomobile lo ha fermato in via Casoli, durante le ore notturne, e lo ha sottoposto ad alcol test. Il responso è stato di 1,7 grammi sul litro, ben oltre il limite consentito. Pertanto gli è stata ritirata la patente per guida in stato d’ebrezza. Stessa sorte per un ragazzo di 28 anni del posto, fermato per un controllo nel quartiere Borgo. L’etilometro in questo caso ha segnato 0,8 grammi sul litro.

Ancora il Nucleo Radiomobile ha fermato, sempre di notte, una macchina nei pressi del parco comunale. Ad insospettire i militi, le strane manovre che stava compiendo. L’atteggiamento di sospetto nervosismo del conducente una volta fermato, un ragazzo di 25 anni, ha indotto i carabinieri ad effettuare una perquisizione del veicolo. In questo modo è spuntato circa mezzo grammo di hashish, una misura sufficiente al ritiro della patente e alla segnalazione del ragazzo in Prefettura.

Infine, l’ultima operazione scaturita dai controlli stradali dei carabinieri, ha riguardato un quarantatreenne di Fabriano. All’uomo era già stata revocata la patente, pertanto quando i militi lo hanno sorpreso alla guida, è scattata la denuncia e il mezzo è stato sequestrato.

Continue Reading

Ancona

Le Marche al Salone del libro di Torino, editori e bibliotecari soddisfatti: “Vetrina per raccontare la nostra creatività”

Published

on

ANCONA – “Moltissime le persone che affollano il Salone del libro e lo stand della Regione Marche è indubbiamente uno dei migliori. Siamo orgogliosi di essere qui, ospitati dalla Regione”. Parola di Mauro Garbuglia, presidente di EdiMarche (Associazione editori marchigiani). Anche la giornata odierna, al Lingotto di Torino, è contraddistinta da una grande partecipazione di pubblico, con lo spazio Marche tra i più fotografati.

“Per chi ama i libri questa è una bella festa che dovrebbe durare tutto l’anno e non solo una settimana – ha detto Stefania Romagnoli (presidente Associazione italiana biblioteche – sezione Marche) – Siamo ospiti dello stand della Regione Marche per il secondo anno consecutivo per parlare dell’Associazione. È importante per noi avere questa vetrina per raccontare la fantasia e la creatività dei bibliotecari marchigiani che, nonostante tutto (crisi economica, terremoto, pandemia), tutti i giorni aprono i portoni degli istituti culturali per promuovere cultura”.

Quello dell’editoria, conferma Garbuglia, “è un settore che ha subito prima il sisma, poi la pandemia. Siamo in una fase di ricostruzione e di rilancio. Questo Salone rappresenta un punto di ripartenza per sviluppare nuovi progetti di settore e la Regione Marche ci supporta. Siamo piccoli editori ma esportiamo nel modo la cultura marchigiana”.

Le Marche vantano circa 300 biblioteche, capillarmente distribuite su tutto il territorio: “Hanno la capacità e la volontà di catturare l’interesse dell’utente. Non aspettano che le persone entrino, ma organizzano attività per stimolarle a entrare – ha rimarcato Romagnoli – Le biblioteche non sono più soltanto contenitori di libri, ma luoghi per incontrare persone e idee”.

Al Salone del libro l’associazione ha presentato sei progetti “in pillole”, per dimostrare, “la caparbietà dei marchigiani di riuscire a coinvolgere un territorio e rendere sempre più bello e accattivante questa regione plurale nel nome e nelle tante attività che mette in piedi ogni giorno”. Spazio, quindi, alla X edizione di Storie da musei, archivi e biblioteche (concorso itinerante per racconti brevi e fotografie); Patrimonio in scena (diffusione dello spettacolo dal vivo negli istituti culturali); Wiki Loves Monuments Marche (concorso per documentare il patrimonio culturale); Gran tour delle biblioteche marchigiane. Piccoli editori per grandi letture; Nati per leggere; Biblioteca scolastica innovativa.

Nel corso della giornata lo stand marche ha ospitato, tra i tanti eventi in programma, le presentazioni dei lavori di alcuni piccoli editori: “Come una piccola nuvola” (Ephemeria Edizioni) di Pierluigi Giorgio che racconta l’esperienza personale dell’autore vissuta nella tribù Sioux degli indiani d’America. “Un pellegrinaggio in Europa, Giacomo Costantino Beltrami” (Seri Editore) di Tullio Bugari e Silvano Staffolani: Beltrami, uno tra i più importanti marchigiani dell’Ottocento, è lo scopritore delle sorgenti del Mississippi. “Quando il fantasy aiuta i giovani ad avere coraggio” (Edizioni Nisroch) di Giovanni Fusco: libro fantasy molto coinvolgente. “Le Marche nel 1861 e la lotta contro i briganti” (Edizioni Nisroch) di Stelio W.Venceslai: le Marche del sud, terra di confine tra vecchio Regno Borbonico e nuovo Regno Sabaudo, furono una delle roccaforti degli sconfitti, con gesta eroiche da entrambe le parti, attorno alla fortezza di Civitella del Tronto, che fu l’ultima ad arrendersi ai Savoiardi, dopo Gaeta.

Continue Reading

Fermo

Fermo, incidente stradale: auto finisce fuori strada e si ribalta

Published

on

FERMO – Una squadra dei Vigili del fuoco del capoluogo è intervenuta nel tardo pomeriggio sulla Mezzina, in località Campiglione per una vettura finita fuoristrada, ribaltata su un fianco. Il personale Vvf ha dapprima collaborato con i sanitari intervenuti per tirar fuori la conducente dall’abitacolo ed ha poi provveduto a mettere in sicurezza l’auto.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.