fbpx
Connect with us

Macerata

Civitanova, false ricevute per ottenere contributo Covid: denunciato gioielliere

Ricevute fiscali contraffatte per ottenere un contributo Covid di maggiore entità: 8 mila euro la somma contestata al legale rappresentate di una società di riparazione gioielli

Published

on

Civitanova, false ricevute per Contributo Covid

Aveva percepito indebitamente un contributo a fondo perduto legato all’emergenza Covid di 8.000 €: denunciato all’autorità giudiziaria il legale rappresentate di un impresa di Civitanova, che aveva presentato ricevute false.

MACERATA – I militari della Guardia di Finanza di Civitanova Marche, nell’ambito dell’attività di contrasto all’indebita percezione di contributi nazionali da parte dei titolari di partiva Iva, hanno sottoposto alla loro attenzione la posizione di un’impresa esercente l’attività di riparazione di gioielli risultata beneficiaria dell’importo di 8.000 euro come sostegno a fondo perduto derivante dal “Decreto Rilancio”. Le indagini hanno consentito di individuare false ricevute presentate per ottenere il contributo Covid.

In particolare dagli accertamenti effettuati le Fiamme Gialle hanno riscontrato come le copie fotostatiche delle ricevute fiscali riferite al mese di aprile 2019 erano state artificialmente sovrascritte a penna nei dati riguardanti il numero attribuito, la quantità, la natura e la qualità dei beni e servizi e soprattutto l’importo corrisposto, oltrechè sprovviste degli identificativi dei clienti.

I Finanzieri hanno rilevato come nello specifico gli importi sovrascritti risultassero sistematicamente superiori a quelli cancellati, con lo scopo, evidentemente, di aumentare il divario tra il fatturato del mese di aprile degli anni 2019 e 2020 e di ricevere quindi un contributo maggiore.

Il legale rappresentante, che a precisa richiesta non ha esibito ai militari gli originali delle copie fotostatiche poiché non più in suo possesso, è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata per i reati di indebita percezione di erogazioni pubbliche e di falsità materiale commessa dal privato.

L’illecito commesso è stato altresì segnalato alla Direzione Provinciale di Macerata
dell’Agenzia delle Entrate
, atteso che, in tali casi, è prevista dallo stesso “Decreto Rilancio”, anche una sanzione amministrativa che può arrivare fino al 200% della somma indebitamente percepita.

Inoltre, le Fiamme Gialle hanno posto all’attenzione dell’Autorità Giudiziaria la posizione del tenutario delle scritture contabili dell’attività commerciale, in quanto, come emerso dagli accertamenti svolti, era a conoscenza della condotta illecita tenuta dal proprio cliente. Sapeva in sostanza che l’uomo denunciato dalle fiamme gialle a Civitanova presentava false ricevute per ottenere il contributo Covid.

Le operazioni di servizio si inseriscono nelle più ampie attività di controllo a tutela del bilancio nazionale: il corretto impiego dei fondi pubblici aiuta la crescita produttiva e occupazionale e contribuisce, nell’attuale congiuntura, ad arginare l’impatto negativo della crisi economica e sociale conseguente all’emergenza pandemica e sostenere il rilancio del Paese.

Macerata

Fuori strada col camioncino dei rifiuti a Camerino, trasportato dall’eliambulanza a Torrette

Published

on

incidente-stradale-camerino-camioncino-dei-rifiuti-fuori-strada

Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente stradale verificatosi sulla Varanese in direzione di Camerino, dove l’autista di un camioncino per la raccolta dei rifiuti ha perso il controllo del mezzo ed è finito fuori strada. Soccorso dai sanitari del 118 è stato trasferito in elicottero a Torrette di Ancona. Non è in pericolo di vita.

MACERATA – E’ stato trasportato in ospedale a Torrette di Ancona in eliambulanza, ma non sarebbe in pericolo di vita l’autista del camioncino per la raccolta dei rifiuti vittima di un incidente stradale oggi nel territorio di Camerino. Per cause ancora da accertare, ha perduto il controllo del mezzo ed è finito fuori strada.

L’incidente stradale è avvenuto intorno alle 12:30, lungo la strada provinciale 132, Varanese, tra Sfercia e Camerino. Fortunatamente nessun altro è rimasto coinvolto. Oltre al personale sanitario, che ha disposto il trasferimento in ospedale mediante elicottero, sul posto sono intervenuti anche i vigli del fuoco, con un’autobotte ed un mezzo 4X4, che hanno provveduto a recuperare il mezzo.

Il camioncino dei rifiuti, dopo essere finito fuori strada, ha terminato la sua corsa in un campo adiacente, nel territorio di Camerino. Una volta recuperato il veicolo, i pompieri hanno eseguito le operazioni di messa in sicurezza dell’area dell’incidente.

Continue Reading

Macerata

Incendia l’auto del rivale in amore: denunciato 26enne

Published

on

A San Severino Marche, un ventiquattrenne senegalese, aiutato da un complice, ha bruciato l’auto di un connazionale, a causa di una rivalità in amore. Lo scorso anno, i due furono coinvolti in una rissa in discoteca culminata con un accoltellamento.

MACERATA – Vecchie ruggini ed un amore conteso sarebbero alla base dell’incendio di un’auto avvenuta a San Severino Marche lo scorso 26 settembre. Un ragazzo di 24 anni originario del Senegal ha denunciato il fatto ai carabinieri, i quali, dopo le dovute indagini, sono risaliti al presunto responsabile, un ex amico e rivale in amore della vittima.

Sarebbe stato lui, ventiseienne anch’egli nigeriano, a bruciare l’auto, aiutato da un complice. In base ai racconti di alcuni testimoni, si sarebbero avvicinati al veicolo con una tanica, con il volto nascosto, e dopo aver cosparso il mezzo con un liquido infiammabile, avrebbero appiccato il fuoco, prima di dileguarsi a bordo di un altro mezzo.

I carabinieri, grazie alle testimonianze e dopo aver passato al setaccio i filmati delle telecamere di videosorveglianza, sono riusciti a tracciare il percorso dell’auto utilizzata per la fuga e a rintracciarla a Tolentino. E così il ventiseienne è stato denunciato a piede libero per danneggiamento a seguito di incendio doloso.

Entrambi i protagonisti di questa vicenda, lo scorso anno furono coinvolti in una maxi-rissa in un locale a Mondolfo. Il ragazzo responsabile dell’incendio dell’auto del rivale in amore venne accoltellato all’addome da un ragazzo albanese, mentre il proprietario del mezzo incendiatoa San Severino Marche fu tra i denunciati per aver aggredito i carabinieri, nel tentativo di strappare dalle loro braccia l’aggressore dell’ex amico. Lui ed altri ragazzi vennero arrestati per resistenza, rissa, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato dell’autovettura di servizio.

Continue Reading

Macerata

San Ginesio, auto contro albero: muore ragazzo di 21 anni

Published

on

SAN GINESIO – Un ragazzo di 21 è morto e altre tre persone, di età compresa tra 20 e 22 anni, sono rimaste gravemente ferite in un incidente stradale avvenuto intorno alle 2 di sabato, lungo la strada provinciale 502, in località Morichella di San Ginesio (Macerata).

Come riporta l’Ansa, erano tutti a bordo della stessa automobile, che è uscita di strada, andando a schiantarsi contro un albero.

Emanuele Mosca, 21 anni, di Tolentino, che si trovava nel sedile posteriore, è morto sul colpo. In gravissime condizioni il conducente. Sul luogo i vigili del fuco che hanno lavorato per estrarre la vittima e i feriti dalle laniere del veicolo, i sanitari e i mezzi di soccorso del 118, che hanno trasportato i feriti all’ospedale di Macerata.

Sul luogo anche i carabinieri di San Ginesio e del Nucleo Radiomobile di Tolentino. I giovani a bordo dell’automobile facevano parte della stessa comitiva di Tolentino e stavano tornando dopo una cena a Sarnano.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.